Covid-19: Ricciardi, misure insufficienti. OMS, superare la pandemia insieme

L’insieme delle misure” contenute nel nuovo Dpcm “è un passo avanti, ma non è sufficiente per affrontare la circolazione del virus in questo momento, che in alcune aree del Paese dilaga incontrollato“.

Lo ha detto durante una intervista televisiva il consigliere del Ministro della Salute, Walter Ricciardi, che ha citato uno studio diffuso la settimana scorsa dall’Università di Edimburgo.

Analizzando “le esperienze di 131 Paesi – ha spiegato – emerge che quando la circolazione del virus ha le dimensioni che ha in questo momento in Italia, Francia e Spagna, l’unica cosa che serve per rallentarlo è un lockdown. Non generalizzato, ma dove questo indice è alto, perchè rallenta del 24%. Se poi lo abbini alla chiusura mirata delle scuole, aumenti la diminuzione del 15% e se fai uno smart working obbligatorio, sia nel pubblico che nel privato, aumenti ancora del 13%: quindi vai a una riduzione del 50-55%. La limitazione dei mezzi pubblici lo aumenta ancora del 7%”.

Questi effetti vengono visti dopo 8 giorni – ha ribadito l’esperto – se facessimo in questo momento, e l’avremmo dovuto fare due settimane fa, l’insieme di queste misure, saremmo in grado in aree come Milano, Napoli, anche Roma, in alcune zone di Piemonte e Liguria, di dimezzare l’indice di contagio”.

Intanto, l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) annuncia di aver registrato un record mondiale – 465.319 casi – di contagi nelle 24 ore precedenti, per il terzo giorno consecutivo.

Il direttore generale dell’OMS ha chiesto quindi la solidarietà globale nella distribuzione di qualsiasi futuro vaccino contro il coronavirus.

Nel video discorso in apertura di un vertice mondiale sulla salute a Berlino, Tedros Adhanom Ghebreyesus ha detto che l’unico modo per superare la pandemia è farlo insieme e assicurarsi che i Paesi più poveri possano avere un accesso equo a un vaccino. “Sia chiaro: il nazionalismo del vaccino prolungherà la pandemia, non la ridurrà”, ha detto.