Covid: gli studi, una dose di vaccino abbatte il rischio di infezione

Dopo la prima dose di vaccino Pfizer o AstraZeneca le possibilità di infezionei diminuiscono drasticamente.

Lo rivelano due studi dell’ufficio nazionale di statistica e dell’università di Oxford su un campione di ben 370mila persone.

Gli studi sottolineano che c’è stata una forte risposta anticorpale in tutte le classi di età e anche nei pazienti vulnerabili dopo entrambi i vaccini.

Tutte le persone studiate hanno sviluppato anticorpi, in qualche misura.

Secondo uno studio le persone vaccinate con la prima dose di AstraZeneca o Pfizer-BioNTech hanno il 65% in meno di possibilità di contrarre un’infezione da Covid-19.

Tre settimane dopo il vaccino le infezioni sintomatiche sono diminuite del 74%, le asintomatiche del 57%.

Dopo la seconda dose di Pfizer le possibilità di ammalarsi sono diminuite del 90%.

Tuttavia resta la possibilità che le persone vaccinate contraggano il Covid e lo trasmettano.