Fiamma olimpica in Giappone. Rinvio Giochi? CIO, ‘prematuro’

La fiamma olimpica è arrivata oggi in Giappone a marcare l’inizio di un percorso che ancora non è certo possa vedere lo svolgimento dei Giochi di Tokyo. La pandemia di coronavirus potrebbe compromettere lo svolgimento delle Olimpiadi nei tempi previsti, cioè da luglio.

https://www.instagram.com/p/B980YlBpmCT/

Il Giappone, uno dei primi Paesi colpiti da COVID-19, sembra finora aver limitato l’impatto della pandemia, anche se ci sono timori sull’esplosione dei contagi. Quindi da diverse settimane si sta discutendo sull’ipotesi rinvio, ma ancora nessuna decisione è stata presa.

Anzi, in un’intervista al New York Times, il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach, ha affermato che sarebbe “prematuro” rinviare le Olimpiadi di Tokyo. “Per noi non sarebbe responsabile e sarebbe prematuro partire da speculazioni e prendere una decisione – ha spiegato -. Non sappiamo quale sarà la situazione. Stiamo comunque esaminando diversi scenari”.

Gli organizzatori delle Olimpiadi, per parte loro, hanno dovuto ridimensionare gli eventi sull’arrivo della torcia olimpica, comunque, senza decisioni differenti, i preparativi al momento procedono come previsto.

La fiamma olimpica – hanno scritto i media nipponici – è arrivata con un volo charter nella Base aerea di Matsushima, nel Tohoku, la regione colpita dal terremoto/tsunami/incidente nucleare di marzo 2011. Il programma prevedeva che 200 bambini l’avrebbero accolta, ma la cerimonia è stata cancellata. La staffetta della torcia, considerato un evento cruciale per accrescere la consapevolezza attorno alla manifestazione, è stata ridimensionata. Gli spettatori l’hanno vista dal lato della strada, evitando di “di formare assembramenti”.