FS: Busitalia, al via “Il mio viaggio nella fase 2”

Conoscere direttamente dai viaggiatori come sono cambiate e come si stanno ridisegnando le loro aspettative di mobilità, ai tempi del Coronavirus.

E’ l’obiettivo di “Il mio viaggio nella fase 2”, indagine demoscopica che Busitalia (Gruppo FS Italiane) lancia su www.fsbusitalia.it, dedicata a tutti coloro che utilizzano i molteplici sistemi di trasporto – servizi ferroviari, bus urbani ed extraurbani, navigazione, mobilità alternativa – garantiti dalla società del Gruppo FS Italiane.

I risultati – si legge in una nota – saranno preziosi per capire come gestire e modulare al meglio la prima fase di allentamento del lockdown, caratterizzata dalla graduale riapertura delle attività commerciali e produttive.

Facile, intuitivo e rapidissimo partecipare a Il mio viaggio nella fase 2, tramite la compilazione di un questionario (da PC, tablet o smartphone) su www.fsbusitalia.it: il questionario è anonimo ed articolato in semplici domande focalizzate sul servizio urbano e/o extraurbano di interesse prevalente del viaggiatore.

Questa indagine demoscopica si inquadra nelle iniziative messe in campo da Busitalia per far fronte al meglio all’emergenza sanitaria. Emergenza che si sta continuando a gestire con attività quotidiane di sanificazione straordinaria dei mezzi su tutte le superfici esposte (volante, cabina di guida, mancorrenti, validatori), di tutti i locali aziendali (biglietterie, locali adibiti alla sosta del personale viaggiante, sale di controllo) ed emettitrici Self Service effettuate da personale addetto con disinfettanti di “presidio medico sanitario”.
Presenti inoltre a bordo di tutti i mezzi dispenser di gel igienizzanti e kit aggiuntivi di soccorso (guanti monouso, mascherina e gel disinfettante).

L’avvio della fase 2 ha comportato un primo incremento dell’offerta: il monitoraggio costante dei flussi passeggeri potrà suggerire un’ulteriore rimodulazione delle corse, per rispondere al meglio alle nuove esigenze di mobilità. Fondamentale per questo, conclude la nota, la consultazione periodica degli aggiornamenti pubblicati su www.fsbusitalia.it