I bambini del Coro dell’Antoniano incontrano il Papa e cantano la Pace

Un momento di speranza e di fiducia nel futuro, in questi giorni così difficili segnati dalla guerra in Ucraina, che ha avuto come protagonisti oltre duemila bambini tra Piccolo Coro dell’Antoniano di Bologna, i cori della “Galassia dell’Antoniano” e un gruppo tra i numerosi bimbi aiutati e sostenuti ogni giorno con progetti speciali.

Per celebrare l’apertura del decimo anno di pontificato di Papa Francesco, infatti, i bambini e le loro famiglie lo hanno incontrato ed hanno “consegnato” con le loro voci uno speciale dono.

La canzone inedita “Fratelli Tutti, se vuoi” scritta dal Cardinale Lorenzo Baldisseri e con la collaborazione di don Francesco Marruncheddu e del Maestro Marcello Filotei ispirata all’enciclica di Sua Santità, “Fratelli tutti”.

Attraverso i bambini del Piccolo Coro e il coinvolgimento della grande famiglia dei cori della Galassia, Antoniano rinnova la scelta di seguire i valori di fratellanza e collaborazione espressi nell’enciclica, e continuare a dare voce a tutti i bimbi, soprattutto a quelli più fragili per quelli per cui il gioco, la scuola, i sogni più semplici, sono irraggiungibili.

Non crediamo nelle barriere, respingiamo la guerra, vogliamo la pace e un mondo di tutti fratelli, senza escludere nessuno – ha detto Fra Giampaolo Cavalli, direttore dell’Antoniano – davanti al Santo Padre vogliamo gridare, oggi più che mai, che nessun bambino può essere derubato della propria infanzia, dell’innocenza, del futuro, della vita“.

Antoniano è da sempre vicino al mondo dei bambini promuovendo da oltre sessanta anni un intrattenimento sano con lo Zecchino d’Oro tanto che in Italia, e non solo, sono nati tanti cori che si ispirano al mondo dello Zecchino d’Oro e si affiancano all’Antoniano che segue numerosi progetti solidali e di accoglienza.

In particolare, nel 2021 attraverso progetti solidali, come Operazione Pane, Antoniano ha sostenuto quasi 1.500 bambini e oltre 1.300 nuclei familiari.

L’impegno è garantire ai bambini e alle famiglie in difficoltà ascolto e accoglienza a partire dal pasto, ma anche supporto scolastico, psicologico ed emotivo attraverso il centro di ascolto.

Tutto questo è possibile, oltre al personale professionale specializzato, grazie all’indispensabile supporto dei volontari e di tutte le persone che ogni giorno sostengono il mondo dell’Antoniano.

L’Antoniano, in questo drammatico momento, ha esteso all’Ucraina la rete solidale di Operazione Pane, con interventi nel Paese, ai confini e in Italia, dove stanno arrivando migliaia di persone in fuga.

In particolare, l’Antoniano sta sostenendo tre strutture francescane ucraine a Konotop, Odessa e Kiev e una struttura in Romania impegnata ad offrire supporto alle mamme e ai bambini che attraversano il confine dell’Ucraina.

In Italia Operazione Pane aiuta, inoltre, le realtà francescane che stanno accogliendo gli ucraini che scappano dalla guerra, come il convento di Bordighera e quello di Montenero, in provincia di Imperia.

Anche a Bologna sono in arrivo famiglie ucraine e Antoniano sta lavorando in rete con le istituzioni locali e le altre realtà del territorio per garantire accoglienza, supporto in caso di bisogni economici e materiali oltre a tutta l’assistenza necessaria in una situazione tanto complessa.