Istat: a luglio segnali di recupero per l’occupazione

 A luglio, sembrano emergere segnali di recupero dell’occupazione insieme al proseguimento della ricomposizione tra disoccupazione e inattività.

Dopo quattro mesi di flessioni consecutive, l’occupazione è cresciuta di 85mila unità rispetto a giugno (+0,4%), con un significativo miglioramento dell’occupazione femminile (+80mila) e, dal punto di vista delle tipologie occupazionali, dei dipendenti (+145mila, +0,8%).

E’ quanto sottolineato dall’Istat che ha diffuso la nota mensile sull’andamento dell’economia italiana.

Contestualmente, è cresciuto il numero di persone alla ricerca di lavoro (+134mila) mentre si è ridotto quello degli inattivi (-224mila).

E’ proseguita la fase di recupero dell’intensità lavorativa degli occupati: il numero di ore pro capite effettivamente lavorate è stato pari a 33,1 ore, un livello di sole 1,2 ore inferiore a quello registrato a luglio 2019. Per i dipendenti il gap rispetto all’anno precedente è ancora più ridotto (-0,8 ore).