Italia Campione d’Europa. Gli azzurri rientrano a casa!

L’aereo sul quale ha viaggiato la nazionale italiana di calcio e’ atterrato in Italia.

L’A319 dell’Alitalia, volo AZ 9001, proveniente da Londra Luton e’ atterrato all’aeroporto di Fiumicino alle 6:06.

Ad attendere gli Azzurri, tornati da Wembley dopo aver vinto l’europeo ai calci di rigore contro l’Inghilterra, moltissimi tifosi.

Alle 17 il ricevimento al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Entusiasmo alle stelle per il titolo di Campioni d’Europa, come nel 1968.

A Wembley decidono i calci di rigori con Saka che sbaglia quello decisivo e tra i 60mila dello stadio inglese gioiscono 6000 italiani per una notte folle nella quale gli azzurri di Mancini, tre anni fa fuori dai mondiali sono tornati ad essere una grandissima Nazionale.

Una partita difficilissima vinta in rimonta.

Cominciata male e finita in apoteosi davanti agli occhi del Presidente della Repubblica Mattarella come fu con Pertini e Napolitano.

E’ un gol di Luke Shaw dopo cinque minuti a decidere il primo tempo della finale dell’Europeo tra Italia ed Inghilterra (1-0).

Il gol di Luke Shaw è il più veloce mai realizzato in una finale degli Europei, e il suo primo in assoluto con la maglia della Nazionale inglese.

La risposta dell’Italia sta in un calcio di punizione dal limite da parte di Insigne, palla alta non di molto. L’Italia soffre e la posizione di Trippier che si allarga a destra e sinistra mette in crisi gli azzurri.

L’Italia continua a soffrire specie sul piano del ritmo, gli inglesi sono letteralmente ‘indiavolati’ e coprono meglio il campo. L’Italia non entra in partita e sbatte contro il muro inglese che si compatta immediatamente in fase difensiva.

Paura per Jorginho toccato duro ma rientra senza problemi. Al 35′ però è una azione di prepotenza di Chiesa che fa urlare al gol. Finisce così la prima frazione di gioco tra i canti di Wembley.

Un gol di Bonucci manda Italia-Inghilterra ai supplementari. Azzurri più convinti ed incisivi e la pressione trova il suo frutto con un gol del difensore della Juventus che risolve in mischia e manda tutto agli overtime.
Italia più convinta ad inizio ripresa.

Insigne si guadagna un calcio di punizione dal limite per fallo di Sterling ma il suo destro a giro finisce oltre la traversa. Poi in mezzo a tre si incunea sulla destra del palo dell’estremo inglese e la sua conclusione impatta su Pickford. Mancini prova a mescolare un po’ le carte: Entrano Cristante e Berardi, escono Barella e Immobile.

Insigne è centrale da falso nueve. L’Italia sembra più convinta ed è un’altra percussione di Chiesa a mettere in difficoltà l’Inghilterra. Azione personale al 61′: si accentra e fa partire un destro sul quale Pickford ci mette le mani.

L’Inghilterra replica un minuto dopo con un colpo di testa di Stones che Donnarumma mette in angolo.

I regolamentari finiscono 1-1 e si va ai supplementari.

L’Italia cambia il tridente d’attacco. Fuori Insigne, dentro Belotti che con Bernardeschi e Belotti forma il trio. Inghilterra vicinissima al gol in apertura di primo supplementare. Prima Sterling viene chiuso provvidenzialmente da Chiellini. Sul calcio d’angolo Phillips calcia al volo una palla che termina di poco al lato. Italia vicinissima al raddoppio sul finale di primo supplementare.

Il secondo supplementare si apre nel segno di Bernardeschi. Punizione dai 20 metri che Pickford blocca in due tempi.

Dall’altra parte Donnarumma non irreprensibile in uscita su un cross di Kane. Gli ultimi dieci minuti sono di pressione inglese ma senza esito.

Si va ai rigori e l’Italia è campione d’Europa.

Fonte: Askanews; Instagram