Kobe Bryant, morto con la figlia in un incidente in elicottero

Il mondo dello sport, e non solo, piange Kobe Bryant. L’ex stella dei Lakers è precipitato con la figlia Gianna Maria (13 anni) e altre sette persone sulle colline di Calabasas, zona a nord-ovest del downtown di Los Angeles. Non è ancora chiaro dove fosse diretto l’elicottero e le cause del disastro aereo, le autorità stanno ancora indagando, ma si pensa che la colpa possa essere della scarsa visibilità, il pilota potrebbe essere stato ingannato dalla nebbia. Bryant lascia la moglie Vanessa e altre tre figlie (Natalia, Bianka e Capri).

L’America è sconvolta dalla notizia, il dolore si è diffuso in tutto il resto del mondo. Kobe era nato 41 anni fa negli Stati Uniti, a Philadelphia, ma ha trascorso parte della sua vita in Italia al seguito del padre Joe, anche lui giocatore di basket. Parlava fluentemente la nostra lingua, amava il nostro Paese tanto da aver dato a tutte le sue quattro figlie un nome italiano, ci tornava spesso e era un gran tifoso del Milan.

https://www.instagram.com/p/B7y8k4oIJKj/

(credits Insatgram)