La Pandemia ed i suoi numeri

Nel mondo salgono a 5.103.278 i casi finora confermati di Covid-19. Lo riporta la Johns Hopkins University, che indica a 332.925 il numero aggiornato di quanti hanno perso la vita per complicanze legate all’infezione.

In Europa, il Paese maggiormente colpito in termini di contagi è la Russia con 317.554 casi positivi confermati, mentre è della Gran Bretagna il triste primato in termini di decessi, con 36.124 morti.

Intanto, in Italia si registrano 642 nuovi casi di coronavirus, secondo il bollettino della Protezione Civile diramato nel pomeriggio del 21 maggio.

Il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 228.006. Il numero totale di attualmente positivi è di 60.960, con una decrescita di 1.792 assistiti rispetto a mercoledì. Tra gli attualmente positivi, 640 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 36 pazienti sul dato precedente; 9.269 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 355 pazienti rispetto a mercoledì; 51.051 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. I deceduti – sempre rispetto al giorno precedente – sono 156 e portano il totale a 32.486.

Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale a 134.560, con un incremento di 2.278 persone. Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 26.715 in Lombardia, 8.710 in Piemonte, 4.926 in Emilia-Romagna, 3.286 in Veneto, 1.877 in Toscana, 2.075 in Liguria, 3.637 nel Lazio, 1.832 nelle Marche, 1.373 in Campania, 1.839 in Puglia, 66 nella Provincia autonoma di Trento, 1.522 in Sicilia, 578 in Friuli Venezia Giulia, 1.272 in Abruzzo, 250 nella Provincia autonoma di Bolzano, 61 in Umbria, 318 in Sardegna, 43 in Valle d’Aosta, 326 in Calabria, 194 in Molise e 60 in Basilicata.