Natale: Sileri, niente spostamenti e coprifuoco alle 22

È brutto dirlo, ma credo sia necessariovietare per il Natale gli spostamenti anche tra regioni gialle.

Lo ha detto in un’intervista a La Stampa il vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri.

Dobbiamo ridurre le possibilità di contagio – ha aggiunto – Entro la fine di dicembre è verosimile che la maggior parte delle Regioni siano in fascia gialla e a quel punto sarebbero sufficienti i pranzi di Natale con dei positivi a tavola per rischiare una strage”.

Quanto agli spostamenti verso le seconde case nella stessa regione di residenza, “se ne sta discutendo. Il punto, in questo caso, è con quante persone si va nelle seconde case. Se è lo stesso nucleo familiare a spostarsi, non cambia moltissimo. Resta però la raccomandazione ad avere un numero ristretto di invitati: direi 6, anche se non è un numero magico. E che non siano 6 invitati diversi ad ogni pasto. Anche il coprifuoco, poi, deve restare alle 22”.

Sul vaccino, prosegue Sileri, l’obbligo “non servirà, se non per alcune categorie più esposte, come quella degli operatori sanitari”.

E “nessun obbligo” anche per gli over 65. “Dopo tutto quello che abbiamo passato, credo che ci sarà una corsa alla vaccinazione”.

Per tornare alla normalità, conclude, “credo che solo a ottobre avremo dei numeri sufficientemente altidi vaccinati.