Sul bagnasciuga cerca di evitare il controllo. Furbate da Covid

Nell’inutile tentativo di sottrarsi ai controlli anti-Covid, pur di evitare la multa salata, a mare sul bagnasciuga, preferisce scappare piuttosto che aprire il portafogli.

È accaduto sul lungomare di Pescara. Impegnato in una corsa, un corridore solitario irrispettoso delle norme contro la diffusione del nuovo coronavirus è stato individuato e inseguito da un finanziere.

L’agente non è riuscito a raggiungerlo, ma i suoi colleghi sono comunque arrivati ad acciuffarlo e multarlo poco dopo.

Nel video girato da alcuni residenti, si vede un’iniziale esitazione del finanziere, che tenta dapprima di far fermare lo sportivo con le buone, ma il successivo scatto dell’atleta impedisce all’agente, messosi a sua volta a correre, di raggiungerlo. Diretto verso la strada, l’uomo è stato però intercettato da altri agenti della Guardia di finanza e multato.

In Italia non è possibile uscire di casa se non per recarsi al lavoro, per fare acquisti di generi di prima necessità, per motivi di salute o per altre necessità impellenti. Anche l’allenamento individuale all’aperto è vietato. Per i trasgressori sono state introdotte multe salate (dai 400 ai 3000 euro) e la denuncia.

Come nel caso citato, sottolinea lo “Sportello dei Diritti”, insieme ad una multa di 400 euro e, forse, anche un raffreddore.