Turismo: in Bit 2024 le nuove strategie per un Made in Italy vincente

I trend della nuova industria del turismo italiano alle prese con la seconda rivoluzione digitale, l’avanzare del cambiamento climatico e dell’outdoor presentati da Enit alla Bit a Milano dal 4 al 6 febbraio 2024.

L’Agenzia Nazionale del Turismo, con un ciclo di oltre 10 conferenze presenta, con i partner istituzionali e tecnici e tutti gli enti locali, le nuove prospettive e trend del settore.

Grande attenzione allo sviluppo di strategie di promozione del Made in Italy attraverso un modello di commercializzazione innovativo nonché l’apertura di nuovi percorsi e cammini con il potenziamento delle infrastrutture relative.

La meeting industry vive un momento di espansione e si getteranno le basi dell’osservatorio economico del comparto per programmare in modo sempre più capillare e sistematica l’attrattività e le potenzialità italiane in termini di ospitalità.

Con esperti del settore tra cui personalità dell’Università Bocconi si orienta l’offerta turistica alla luce delle misurazioni degli impatti del cambiamento climatico nel turismo nonché analizzati i nuovi strumenti messi a disposizione degli operatori del comparto anche nell’ottica della sostenibilità e dei progetti europei e del turismo delle radici di cui Enit è capofila.

Il nostro Paese è consapevole dell’importanza strategica del settore e che intende investire e promuovere la sua crescita – commenta Ivana Jelinic Presidente e Ceo Enit – La partecipazione alla Bit è un modo per dimostrare che l’Italia è sempre pronta ad accogliere i turisti internazionali, offrendo loro esperienze indimenticabili e garantendo la massima qualità dei servizi.

Prendere parte ad appuntamenti così vivacizzanti per il settore – aggiunge – è cogliere l’opportunità di promuovere le meraviglie del nostro Paese, di sostenere un turismo sostenibile e responsabile, di creare nuove alleanze e di dimostrare l‘impegno nei confronti del settore turistico italiano.

Prendere parte alla Bit significa mettere in mostra il meglio dell’Italia e contribuire alla sua crescita economica e sociale