Vaccino: Arcuri, da fine gennaio prime dosi

Abbiamo iniziato ad occuparci del vaccino. Non solo, come facciamo da tempo, del sostegno alla ricerca e alla sperimentazione, ma anche e soprattutto della logistica e dell’effettiva distribuzione delle prime dosi di vaccino che saranno presto disponibili per gli italiani.

Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, nel consueto punto stampa settimanale.

Confidiamo di vaccinare i primi italiani alla fine di gennaio – ha aggiunto – partiremo, nella prima fase con una campagna che riguarderà 1,7 milioni di concittadini per poi arrivare progressivamente ad una fetta piu’ ampia”.

Ci stiamo attrezzando – ha precisato – per far arrivare le dosi nella maniera più sicura e veloce possibile”.

Intanto, nel bollettino quotidiano del ministero della Salute diffuso nel pomeriggio di giovedì si legge che sono 37.978 i nuovi casi di Sars-Cov2 registrati nelle ultime 24 ore in Italia.

I morti sono 639, +16 rispetto a ieri. Mercoledì i nuovi casi erano stati 32.961 e i morti 623. I tamponi di giovedì 234.672, -9.032 rispetto al giorno precedente.

Le persone attualmente positive in Italia sono 635.054, +21.696 rispetto a mercoledì, mentre il bilancio dei dimessi-guariti sale a 387.775, +15.645 rispetto all’ultimo dato.

Nel mondo è record di decessi. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 11.617 morti, il dato più alto dall’inizio della pandemia, secondo la Johns Hopkins University. Record anche per il numero di casi registrati: oltre 666.000 in un solo giorno.

Gli Stati Uniti a loro volta hanno registrato un dato altissimo, 143.231 nuove infezioni in 24 ore, mai così tanti da inizio pandemia. Anche la Gran Bretagna ha segnalato un record di casi giornalieri: 33.470, per un totale di 1,3 milioni.