20 marzo, Giornata internazionale della felicità

Oggi, 20 marzo, non è solo entrata la primavera, è anche la Giornata internazionale della felicità. Nel 2012, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha scelto questo giorno per riconoscere “l’importanza della felicità e del benessere come obiettivi e aspirazioni universali nella vita degli esseri umani in tutto il mondo e l’importanza del loro riconoscimento negli obiettivi di politica pubblica”.

In tempi di coronavirus tutto questo assume colori diversi, viviamo giorni particolari, che mai avremmo pensato di affrontare. Forse solo adesso ci stiamo accorgendo di quanto la felicità sia nelle cose semplici che avevamo dato per scontato. Un abbraccio, una passeggiata con gli amici, l’odore del mare, una cena fuori, un piccolo viaggio, ma soprattutto la presenza delle persone che amiamo.

Tutto questo finirà, torneremo alle nostre vite ma non saremo più gli stessi, magari sapremo gioire di più perché avremo finalmente imparato ad assaporare le cose nel giusto modo.

Oggi cerchiamo comunque di sorridere, di apprezzare quello che abbiamo, lasciamoci trasportare dalle emozioni di tutto quello che di bello abbiamo vissuto, con un occhio a tutto quello che ancora ci aspetta.