C’è chi ha tanti amici e chi pochi… perché?

Ci sono persone hanno un sacco di amici, altre decisamente pochi. E’ solo questione di carattere e di selezione? O esistono cause fisiologiche che determinano la capacità di intrattenere rapporti?

Secondo uno studio inglese la responsabilità e la gestione delle nostre relazioni sociali è racchiusa in una specifica area del cervello, ovvero la corteccia prefrontale orbitale.  Questa è la zona coinvolta nei processi affettivi ed emotivi e “causa” della maggior parte delle abilità cognitive umane, incluse quelle che consentono lo sviluppo di amicizie. La , nello specifico, determinerebbe il numero di amicizie: più grande è, più amici si hanno.

Detto questo, il carattere non ha un ruolo da poco, e non serve nessun esperimento per capirlo, basta guardarsi intorno!