… Come Cyrano de Bergerac … “Parole in posa” scrive su commissione per te

Ricordate la storia di Cyrano de Bergerac che, per amore di Rossana, innamorata del giovane Christian de Neuvillette, offre la sua capacità poetica al ragazzo, scrivendo per lui ogni giorno una lettera destinata all’amata?

“Parole in posa” è una moderna start up, ideata ed alimentata da Christian Bergamo insieme alla moglie Chiara, che si mette al servizio di chi, per pigrizia, per mancanza di idee, per timidezza, non riesce ad esprimere i propri sentimenti attraverso le parole.

Come i book fotografici raccolgono pose, i “ritratti a parole” di “Parole in posa” entrano nella dinamica dei rapporti, ricostruiscono storie di vita, diventano molto di più di semplici lettere o biglietti di auguri.

Sempre più persone si stanno rivolgendo a Christian – che è anche autore di un romanzo: Quasi padre, pubblicato da Longanesi – e a Chiara per riuscire a tirar fuori quello che da soli non riuscirebbero a dire, tanto meno a scrivere!

L’iniziativa ha suscitato la curiosità dei media che hanno raccolto le dichiarazioni di questi “imprenditori di parole”, dotati di una sensibilità ed una empatia straordinaria da metterla a disposizione di terzi.

Ho sempre pensato che alle parole non si dava il giusto peso riguardo alla questione-ricordi. Siamo abituati a fare foto e video ma in pochi fermiamo il tempo con la scrittura” ha detto lui, aggiungendo che inizialmente, con un’agenzia di Roma abbinavano alle foto in studio uno scritto che traduceva quanto non detto dalle immagini.

Da lì l’avvio dell’attività e la nascita di questi racconti personalizzati, capaci di ripercorrere le storie di vita.

Chi lo richiede si mette ‘in posa’ (in videochiamata dato che le richieste arrivano da tutta Italia) – aggiungono i due imprenditori – e raccontano vita, vicende o esperienze legate a se stessi o al destinatario del ritratto.

La chiacchierata è terapeutica, si torna indietro di molti anni, si ricordano aneddoti, si ride, spesso si piange, perché è difficile trattenere una sensazione quando esce fuori spontanea“.

Tutto viene tradotto in un testo narrativo per rappresentare al meglio la persona alla quale è diretto. Si possono anche scegliere vari formati: lettera o libro, oltre alla cornice o la pergamena, affinché il testo possa essere appeso o conservato.

I motivi per richiedere i racconti di “Parole in posa” possono essere tanti, un compleanno, un anniversario, un matrimonio, una ricorrenza … o semplicemente quando si sente la necessità di rivolgersi a qualcuno in un modo diverso.

Foto – Instagram