Elisa, la pandemia ha ferito l’Anima … sognate senza freni!

Il tempo che stiamo vivendo ferisce. Ferisce soprattutto l’Anima. Ed allora un modo per difendersi è sognare. “Fortissimo. Senza freni“.

Lo dice, anzi lo scrive, Elisa, in un post su Instagram accompagnato da un’immagine innevata, capace da sola di comunicare la serenità di cui tutti abbiamo bisogno.

Nel mio piccolo rifletto… – esordisce l’artista – Su tutte le grandi mancanze di questo periodo”

Le mancanze, di cui parla Elisa non hanno un’età, si sentono e basta.

Anni fa avevo scritto una canzone che amavo cantare durante i concerti… – prosegue – una canzone che non ho mai inciso. È rimasta una semplice ma preziosa preghiera, condivisa con chi c’era. Una frase diceva “ may you go with the flow, may you need less as you grow“ .

Solo una possibilità quella di crescere ed avere “bisogno di meno”, perchè in realtà, dice, possono cambiare le necessità, ma non “il sentire”.

È stato così. Sono cresciuta e le mie necessità e i miei bisogni sono cambiati, si sono contenuti, ridimensionati, adattati. A volte si sono razionalizzati. In questo c’è qualcosa di bello e commovente, forse anche qualcosa di triste, ma preferisco commovente. C’è quello che accade agli adulti. Ma c’è un tempo meraviglioso che è quello del sentire

Non solo sentire “scoprire. Quello dell’importanza del sentirsi insieme e sentirsi parte di qualcosa insieme. Una cosa naturale e antica, ancestrale“.

E di questo tempo, appunto, sentiamo disperatamente il bisogno.

Elisa era stata tra le prime a postare la foto con la frase “Mi manchi come un concerto“. … Le mancanze, in questo tempo sospeso, sono enormi. E non solo per chi fa musica.

Al di là di tutti i danni materiali causati dalla pandemia questa mi sembra la ferita più profonda. Forse anche la più difficile da curare perchè inflitta su una zona senza nome, inafferrabile e incontrollabile, indecifrabile.
L’anima
” conclude.

A tutti i giovani che stanno vivendo quel tempo lì, è sopratutto per voi, che spero tutto questo possa finire presto. Nel frattempo sognate. Fortissimo. Senza freni. Promettetemelo