Europei Calcio Femminile: le nostre ragazze sono in Inghilterra… ed arriva anche una canzone

Gli Europei di calcio femminile sono in programma in Inghilterra, dal 6 al 31 luglio.

L’Italia avrà un ruolo importante, con la squadra guidata da Milena Bertolini con Cristiana Girelli migliore marcatrice e Sara Gama come capitano.

Finora non è mai riuscita a vincere un titolo europeo e, storicamente, il massimo che la nazionale è riuscita ad ottenere sono stati due secondi posti, con il più recente datato 1997.

La nazionale azzurra si è qualificata da seconda classificata nel Gruppo B con 8 vittorie, 1 pareggio e 1 sola sconfitta, e ora si trova ad affrontare la fase a gironi nel Gruppo D, insieme a Belgio, Francia e Islanda.

Queste le date e gli orari delle partite dell’Italia fissate per la fase a gironi:

Francia – Italia: domenica 10 luglio ore 21:00
Italia – Islanda: giovedì 14 luglio ore 18:00
Italia – Belgio: lunedì 18 luglio ore 18:00

A dare il via al torneo sarà la partita tra Inghilterra e Austria alle 21:00 di mercoledì 6 luglio, mentre la prima partita per le azzurre sarà quella contro la Francia, qualificatasi come prima del Gruppo G con 7 partite vinte e 1 pareggio, senza subire nemmeno un gol in 8 incontri.

Benché i risultati siano notevoli, ad onor di cronaca va detto che nella fase di qualificazione le nostre ragazze hanno segnato 37 reti e subito solamente 5 gol in 10 partite, due in più rispetto a quelle della Francia.

Per quanto riguarda la gara contro l’Islanda, va detto che la nazionale avversaria, nelle 8 partite di qualificazione ha ottenuto 6 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, con 5 gol subiti a fronte delle 25 reti segnate.

Il Belgio conta invece lo stesso numero di reti segnate e subite dell’Italia durante la fase di qualificazione, tuttavia i risultati delle 8 partite hanno visto 7 vittorie e 1 sconfitta.

Intanto, mentre le nostre ragazze hanno iniziato l’allenamento oltreManica, anche la musica omaggia l’impresa

E’ del cantautore romano Piji il brano “Sara e le altre” dedicato alla capitana Sara Gama e alla rivoluzione del calcio femminile italiano.

Del brano, uscito il primo luglio in radio e in tutte le piattaforme digitali, è ora stato pubblicato anche il videoclip.

Il brano vuole anche sottolineare che queste atlete, oltre ad essere diventate professioniste, sono portatrici di un profondo cambiamento sociale, oltre ad essere chiamate a consolidare l’exploit dei Mondiali 2019 quando il movimento del calcio femminile si fece amare da tutto lo stivale.

Sara è il simbolo della lotta per la parità di genere. Da un lato è Gama, la Capitana della Nazionale femminile di calcio, un esempio fuori e dentro il campo per combattività, rigore, passione e tenacia. Dall’altro, Sara è tutte le donne, sportive e non, tutte coloro che subiscono un mondo con ampie disparità di genere ancora nel 2022 e che provano a cambiarlo giorno dopo giorno”, ha spiegato l’artista in un comunicato.

La canzone parla quindi di sport, ma soprattutto di parità di genere, secondo la cifra espressiva dell’artista, che spesso nasconde l’impegno poetico dietro un primo livello di apparente leggerezza.

Il brano vanta il featuring canoro del gruppo teatrale “No Wags”: le attrici Cristina Chinaglia, Giada Lorusso, Roberta Pompili e Claudia Campagnola che insieme a Piji sono alle prese con la pièce teatrale “Il calcio non è uno sport per signorine”.

Anche in questo caso un racconto con un linguaggio diverso dal musicale del passaggio storico delle donne del calcio.

Se la nazionale azzurra dovesse qualificarsi per i quarti di finale, si andrebbe a giocare in una data compresa tra il 20 e il 23 luglio, giornate in qui sono appunto previste le partite dei quarti.

Le due semifinali sono invece programmate per il 26 e il 27, mentre la finale chiuderà gli Europei femminili il 31 luglio.