Fedez: a due giorni dall’intervento sto bene e non vedo l’ora di tornare dai miei figli

Aveva detto che avrebbe spiegato tutto e lo ha fatto. Fedez con un post sui social ha parlato di quanto gli sta succedendo e lo ha fatto con semplicità e chiarezza. Diretto come sempre

Settimana scorsa ho scoperto di avere un raro tumore neuroendocrino del pancreas – ha scritto – Uno di quelli che se non li prendi per tempo non è un simpatico convivente da avere all’interno del proprio corpo”.

Che il suo problema fosse stato preso in tempo, lo aveva già spiegato nel post in cui annunciava di non stare bene e, infatti, ha aggiunto “motivo per il quale mi sono dovuto sottoporre ad un intervento chirurgico durato 6 ore per asportarmi una parte del pancreas (tumore compreso)“.

Nella serie di foto, non soltanto Fedez si mostra accanto al letto, da solo e insieme alla moglie Chiara, che non lo ha mai lasciato solo – come lui stesso aveva sottolineato – ma anche le immagini della ferita all’addome e lo schema degli organi con gli appunti a penna che gli sono serviti per comprendere cosa i medici avrebbero fatto.

A due giorni dall’intervento – scrive ancora – sto bene e non vedo l’ora di tornare a casa dai miei figli“.

Ovviamente, come già sapeva “Ci vorrà un po’ – conclude l’artista, aggiungendo – Grazie ai medici, chirurghi e infermieri che mi sono stati accanto in questi giorni intensi.

Un grazie immenso anche per tutti i messaggi di supporto e di positività che mi avete fatto arrivare Vi voglio bene

L’ondata di affetto che lo aveva travolto, a maggior ragione, prosegue ora e in tantissimi stanno commentando.

Sei una roccia” scrive, tra gli altri, Noemi ed anche noi di Radio Subasio siamo d’accordo con lei.

Anche Chiara Ferragni ha condiviso la foto in cui è insieme al marito, sul letto dell’ospedale, ed ha spiegato che risale a lunedì pomeriggio, giorno antecedente l’operazione.

Avevamo paura per tutto – scrive – la sua diagnosi, il suo intervento, la guarigione, la nostra vita …. L’intervento di martedì è andato bene e ora si sta riprendendo. Speriamo che questo sia solo un brutto ricordo che ci ha insegnato, ancora una volta, l’importanza di godersi la vita al massimo, ogni giorno … Grazie a chi ci ha fatto sentire il suo affetto e ha detto una preghiera per noi!”