Francesca Michielin e gli incontri con le donne che hanno cose da dire

Si intitola “Maschiacci – Per cosa lottano le donne oggi? ed è il podcast ideato e condotto da Francesca Michielin trasmesso, con successo crescente, a cadenza quindicinale, sulle principali piattaforme di streaming.

Ospite dell’ultimo appuntamento Maura LatiniAmministratrice Delegata di Coop Italia, una delle prime donne a ricoprire un incarico così importante e ad esercitarlo in modo etico.

A colpire Francesca, la determinazione della manager che, con ambizione e intraprendenza, ha saputo dare una svolta alla sua vita, dimostrando che i sogni possono e devono diventare realtà.

Dal lavoro come cassiera, alla ricerca dell’indipendenza desiderata da ogni adolescente, Maura, ha messo a fuoco i suoi obiettivi, diventando negli anni ‘90 una delle prime donne a ricoprire un ruolo di comando nel settore della grande distribuzione.

Il suo sogno è migliorare il futuro delle persone, lanciando messaggi positivi come quello della sostenibilità.

“Non sono vegetariana, perché per esserlo bisogna studiare e prepararsi – ha detto – ma credo nel consumo equilibrato degli alimenti e penso che gli animali da reddito debbano essere allevati nel rispetto delle loro caratteristiche ecologiche. Sto lavorando a questo e vi assicuro che si può fare!”. 

L’intento della chiacchierata è interrogarsi sui temi centrali della sfera femminile, come la diversità di genere e le quote rosa.

Maura ha anche raccontato di quanto gli stereotipi possano essere uno stimolo sul posto di lavoro, e di come spesso provi a spiegarlo con ironia agli uomini che si stupiscono di trovare una donna al posto di comando.

Il concetto di quote rosa mi fa arrabbiare – ha aggiunto, concorde Francesca Michielin – la politica dovrebbe dare l’esempio e cedere il posto alle donne meritevoli, creando modelli positivi per le giovani che hanno bisogno di credere nelle proprie oggettive capacità. È anche vero che, quando questo non avviene, le quote rosa possono rappresentare una spinta gentile, un aiuto per attivare il cambiamento.

Alla domanda su come si possa insegnare ai giovani che i sogni devono realizzarsi “bisogna dargli fiducia e lasciarli liberi di scegliere – ha risposto Maura – Essere autonomi nelle decisioni è la chiave per credere in se stessi”.

Alla fine di ogni puntata, Francesca chiede all’ospite per cosa non vorrebbe più lottare. “Per difendere i diritti delle persone – la risposta dell’AD – che siano donne o uomini. Dobbiamo crederci e fare del nostro meglio perché diventino certezza”.

Fonte – comunicato; Foto – Instagram