Francesco Renga: l’arancia, la figlia e il profilo da svecchiare

Prendi un’arancia – una sola! – un padre famoso, una figlia e un momento di tempo sospeso … Mescola il tutto ed ecco servita una gag molto carina!

Protagonista Francesco Renga che in un video postato su Instagram si è mostrato nell’insolito ruolo di giocoliere … improbabile!

Giocoliere con arancia. Quando non hai veramente niente da fare! – ha scritto.

In realtà non è vero… c’è sempre qualcosa da fare, ma @jolandarenga mi aiuta a ‘svecchiare’ un po’ questo profilo… me sarverò?!

Un momento tranquillo e sereno, apprezzato dai follower.

Allegri e scanzonati i commenti. Per il collega cantautore NekDottò se sarverà??!” mentre più di uno ha scrittoÈ più facile con due..dai Franceee…va che noi bresciani siamo bravi è!“.

Più ironica Jolanda Addirittura con un’arancia! La prossima volta senza!”.

Francesco Renga è molto legato ai figli, Jolanda e Leonardo, avuti da Ambra Angiolini, ed ogni occasione è buona per ribadirlo.

All’ultima edizione del Festival di Sanremo aveva commosso molti postando il dono augurale ricevuto da loro, ma soprattutto il loro biglietto “Al tuo segnale… scateniamo l’inferno! Il tuo esercito “Danda e Leo

Capite perché?! Cosa voglio di più?!? Amori della mia vita, Grazieeeeee!aveva scritto Renga senza nascondere l’emozione nè un riferimento carino al cane Bugo.

In attesa di poter tornare a ad una piena normalità, l’artista è in radio con Quando trovo te, il brano portato sul palco dell’Ariston.

Una canzone che ripropone il valore salvifico della memoria, che quando torna all’improvviso, con piccoli o grandi particolari, riesce a riattivare e riempire di colori un percorso che generalmente si tende a dimenticare. 

Ed è nelle piccole cose del quotidiano presente e passato che si ritrova anche l’amore per la vita e l’energia per affrontare il trascorrere dei giorni.

Francesco Renga ha da sempre abituato il suo pubblico a canzoni intense. E stato così anche nelle precedenti partecipazioni alla kermesse sanremese, nove in tutto.

A partire dal 1991 quando con i Timoria è in gara nella sezione Novità con L’uomo che ride, eliminata ma vincitrice del Premio della Critica, istituito apposta.

Nel 2001 torna da solista, ancora tra i Giovani, con Raccontami, vincitore di nuovo del Premio della Critica.

Nel 2002, tra i Big, propone Tracce di te, dedicato alla mamma Jolanda.

Dopo essere diventato papà di Jolanda, torna a Sanremo nel 2005 con Angelo, canzone scritta pensando alla sua piccola, e vince.

Il 2009 è il Festival di Uomo senza età, brano che gli consente di spaziare fino alle sonorità liriche.

Seguiranno nel 2012 La tua bellezza, nel 2014 Vivendo adesso, brano scritto da Elisa, e nel 2019 con Aspetto che torni.

Tutte pagine indimenticabili della musica italiana … e scusate se è poco!