Google ricorda Israel Kamakawiwoʻole … rese immortale Over the Raimbow

Il nome, Israel Kamakawiwoʻole, potrebbe anche non dire molto, eppure il personaggio ha lasciato una traccia visto che il 20 maggio Google lo ha omaggiato con il suo Doodle, l’immagine che a volte compare al posto del logo sulla homepage del motore di ricerca.

Chi è o, meglio, chi era questo personaggio morto nel 1997? Si trattava del cantante e musicista nativo hawaiano che portò al successo nel 1993 le sue versioni delle canzoni “Over the Rainbow” e “What a Wonderful World”, suonate con l’ukulele.

Oggi avrebbe compiuto 61 anni, dunque Google ha voluto ricordare il compleanno di un artista reso immortale dal brano tratto dal film “Il Mago di Oz”, al pari della cover del classico di Luis Armstrong, sempre accompagnato dall’inseparabile ukulele. Invece Israel morì precocemente il 26 giugno del 1997 a 38 anni. Negli ultimi anni della sua vita soffrì di una grave forma di obesità che lo portò a pesare più di 300 chili.

Se il suo album più noto rimane quello dove sono presenti i due brani citati, Facing Future del 1993, durante la sua carriera è stato comunque prolifico. Sono 8 gli album pubblicati, alcuni dei quali, però, usciti postumi come raccolte speciali:

1990 – Ka ʻAnoʻi
1993 – Facing Future
1995 – E Ala E
1996 – N Dis Life
1998 – Iz in Concert: The Man and His Music
2001 – Alone in Iz World
2007 – Wonderful World
2011 – Over the Rainbow