Il sole fa bene… ma dobbiamo saperlo “prendere”

Hanno finalmente riaperto le regioni, possiamo nuovamente, e con le dovute accortezze, ricominciare a spostarci e magari andare al mare.

Certo, esporsi al sole ha delle controindicazioni, ma se si seguono le giuste “regole” può portare molti vantaggi. Aumentando la produzione di serotonina e testosterone, rende infatti il fisico più tonico e vitale, fa sentire più belli, in forma e ovviamente allegri. Rilassando il corpo si rigenera poi anche il cervello e ne guadagna l’umore.

Esporsi con moderazione, mai nelle ore di punta, abbassa anche la pressione arteriosa. Merito dei raggi UV-A, che penetrando attraverso la pelle dilatano le arterie, rallentano il battito cardiaco. Bastano pochi minuti al sole per una diminuzione della pressione diastolica tale da ridurre il rischio di ictus del 34% e quello di ischemia del 21%.

Naturalmente non si deve mai fare a ameno di una buona protezione, che va messa più volte. Secondo gli studiosi, comunque, basterebbero trenta minuti di sole per usufruire di tutti questi benefici.