Jovanotti, la mia Teresa ha sconfitto la malattia

Non parla l’artista, ma il padre. E Jovanotti ha dichiarato spesso di sentirsi profondamente tale.

Un padre felice, perché Teresa può dirsi guarita. Mesi fa le era stato diagnosticato il linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico, che è riuscita a sconfiggere.

Oggi la mia Teresa ha voluto raccontare la sua storia degli ultimi sette mesi – ha scritto – Ieri gli esami di fine terapia hanno detto che la malattia se n’è andata, oggi per noi è un giorno bellissimo, lei è stata pazzesca“.

oggi la mia Teresa ha voluto raccontare la sua storia degli ultimi sette mesi. Ieri gli esami di fine terapia hanno…

Posted by Lorenzo Jovanotti Cherubini on Wednesday, January 13, 2021

Jovanotti, reduce quindi da un periodo non facile, del quale nulla era trapelato, riporta integralmente il contenuto del post che la stessa Teresa ha pubblicato su Instagram.

Parole che accompagnano tre immagini evocative: la sua foto con gli aghi sul braccio, un avatar simpatico e l’immagine attuale, che la ritrae senza capelli.

La chemio – dice Teresa, che oggi ha 23 anni – non mi ha fatto cadere i capelli del tutto , ma il 9 dicembre dopo l’ultimo trattamento ho deciso di rasarmi come segno di un nuovo inizio“.

Il tono del racconto – che i 6 cicli di chemioterapia all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano siano stati pesanti traspare riga dopo riga – rimane comunque improntato alla positività. Ed anche alla gratitudine. Tanta!

Vorrei tanto ringraziare le persone che allo IEO si sono prese cura di me e di chi si trova in una situazione come la mia. Sono persone spettacolariscrive Teresa e cita tutti, con nomi e tag.

Il pensiero ovviamente va ai genitori che, precisa (anche se nessuno avrebbe mai ipotizzato il contrario – ndr) “ci sono sempre stati“.

Le difficoltà, lo si ripete da più parti, hanno il potere di cambiare le persone. Questa piccola grande donna lo esprime con semplicità, nella consapevolezza che, in ogni caso, la vicinanza e l’empatia di chi ti accompagna diventano fondamentali

“… il cancro è una malattia molto solitaria – conclude Teresa – ma il supporto di chi ti sta vicino è fondamentale per superarla, io non ce l’avrei fatta senza di loro. La paura non é andata via, e ci vorrà del tempo perché possa fidarmi di nuovo del mio corpo, ma non vedo l’ora di ricominciare a vivere“.

Che vita sia, cara Teresa … ed anche caro Jovanotti! Non è detto che, da tutto questo possa nascere qualche indimenticabile canzone!