Jungle Movement: in tempo di Covid la ginnastica si fa … a 4 zampe

Ritornare a 4 zampe per connettere l'”io primordiale” alla nostra parte più profonda, ritrovare la mobilità dei bambini, andando al di là del semplice allenamento.

Si chiama “Jungle Movement” ed è una pratica a corpo libero che ha come scopo principale l’alfabetizzazione motoria. Un’attività che aiuta a migliorare la flessibilità, la coordinazione e la connessione mente-corpo.

Soprattutto in tempo di emergenza sanitaria, in cui è fondamentale mantenere a freno le ansie, parallelamente al non lasciarsi andare fisicamente, può essere un’alternativa per grandi e piccoli.

Non si tratta di scimmiottare le movenze degli animali – spiega Serena, l’ideatrice della pratica, personal trainer umbra che sta presentando il progetto anche nelle scuole – ma di arrivare ad una conoscenza della consapevolezza del proprio corpo. Questa attività – aggiunge – trae ispirazione da discipline come il pilates, la capoeira e la danza. L’ attività prevede l’utilizzo della musica e consiste nell’eseguire a ripetizione esercizi singoli dettati dall’ istruttore arrivando poi a combinarli in ‘coreografie‘”

Può anche essere svolta con indicazioni diverse dall’italiano, aumentando la capacità di ascolto e comprensione della lingua.

Usando il linguaggio musicale, dice ancora Serena, “se l’attività fisica tradizionale è musica classica, il “Jungle Movement” è afro music. Si unisce l’utile della forma fisica ad una dimensione più profonda … si fatica tantissimo!”

È possibile effettuare “Jungle Movement” sia al chiuso che all’aperto, in palestre, cortili, parchi, addirittura sul terrazzo, semplicemente servendosi di un tappetino fitness.

La disciplina prevede il distanziamento fisico, in quanto l’esecuzione dei movimenti deve avvenire all’interno di un perimetro “immaginario”.

Nella quotidianità che stiamo vivendo, è importante non interrompere l’attività fisica per mantenere l’efficienza del sistema immunitario e contrastare i rischi e gli effetti negativi della sedentarietà durante le ore di smartworking o di scuola.

Per questo, può essere divertente e stimolante trovare ispirazione nel mondo animale, per migliorare la funzione dell’animale umano.