Kim Kardashian: stop ai social per protesta contro l’hate speech

Kim Kardashian West congela i suoi account social per un giorno per protesta contro l’hate speech.

Lo ha annunciato la stessa star spiegando che oggi, mercoledì 16, “congelerà” i suoi account Facebook e Instagram a sostegno della campagna #StopHateForProfit che cerca di rendere i social media più responsabili sulla diffusione di discorsi di odio e disinformazione sulle loro piattaforme.

Non posso stare a guardare e rimanere in silenzio mentre queste piattaforme continuano a permettere la diffusione dell’odio, della propaganda e della disinformazione”, ha scritto martedì Kim sui social media. “La disinformazione condivisa sui social media ha un grave impatto sulle nostre elezioni e mina la nostra democrazia”. Vi prego di unirvi a me domani quando ‘congelerò’ il mio account di Instagram e FB per dire a Facebook a #StopHateForProfit”.

Kardashian West – una celebrità televisiva reality negli Stati Uniti e in tutto il mondo – ha un notevole peso su entrambe le piattaforme, con 188 milioni di follower su Instagram e più di 30 milioni su Facebook. Le azioni di Facebook hanno risentito dell’annuncio entrando in territorio negativo per poi recuperare nel corso della seduta e chiudere con il segno ‘più’.

Sacha Baron Cohen, Jennifer Lawrence, Kerry Washington, Ashton Kutcher e Katy Perry sono alcune tra le celebrità che stanno mostrando il loro sostegno alla protesta di #StopHateForProfit.

Lunedì, i membri della coalizione Stop Hate for Profit hanno annunciato una settimana coordinata di azione su Instagram – incluso un blocco di un giorno sulla condivisione – per chiedere alla sua società madre, Facebook, di fare di più per affrontare il razzismo, l’odio e la disinformazione sulle sue piattaforme.