La Disney mette il bollino rosso a Gli Aristogatti, Peter Pan e Dumbo

E’ incredibile da credere, eppure tre pietre miliari della storia del cinema d’animazione sono state censurate. La Disney ha infatti messo il bollino rosso e vietato ai minori di sette anni “Dumbo”, “Gli Aristogatti” e “Peter Pan”. Il motivo? “Veicolerebbero stereotipi e messaggi dannosi e razzisti”.

La nuova “morale hollywoodiana”, non condivisa da tutti, ha contestato al cartone con il dolce elefantino i versi di una canzone, irrispettosi verso gli schiavi afroamericani (“E quando poi veniamo pagati, buttiamo via tutti i nostri sogni”). Il ragazzo dell’Isola che non c’è è invece sotto accusa perché chiama Giglio Tigrato e la sua tribù “pellirosse”, un’offesa ai nativi americani. Duchessa, Romeo & company sono infine colpevoli di aver offeso il popolo asiatico. La caricatura di Shun Gon, il siamese con denti spioventi, gli occhi a mandorla e le bacchette, è ritenuta fuori luogo e razzista.

Una decisione a molti assurda, ma forse dettata dal fatto che la Disney è stata accusata più volte di idealizzare la realtà per poter giocare sui luoghi comuni. A partire dalle principesse, sempre bisognose di un principe che le salvi. A riparare a questa accusa sono però arrivati personaggi femminili come Merida e Mulan.

(credits YouTube)