L’Italia al secondo posto tra i produttori di cioccolato nell’UE

I maggiori produttori di cioccolato sono tedeschi.

Da una ricerca Eurostat, avente come base i dati relativi alla produzione di cioccolato nel 2017, emerge che dei 4 milioni di tonnellate totali (escluso il cioccolato utilizzato per la produzione industriale) ben 1,3 sono stati prodotti nel paese teutonico.

Per l’Italia un ottimo secondo posto, anche se distanziato di 0,6 milioni di tonnellate. Sempre Eurostat segnala che la produzione italiana è in crescita e che continuerà a farlo almeno fino al 2023.

E una delle notizie che diventano oggetto di discussione a Eurochocolate 2021, in corso in Umbria fino a domenica 24 settembre. Un’edizione indoor, per la prima volta fuori dal centro storico di Perugia, ospitata al Centro Fiere di Bastia Umbra, ma sempre con Radio Subasio a darle voce.

Boom di presenze nel primo week end, con il popolo dei golosi pronto a dare l’assalto agli stand cioccolatosi ma anche ai tanti spazi dove scoprire ed imparare qualcosa in più nel mondo del cioccolato.

Tornando ai produttori de il “nettare degli Dei”, il resto della classifica riserva delle sorprese: posizione shock per il Belgio che si piazza al sesto posto, migliore solo di Polonia e Spagna (ultima classificata), preceduta di poco dal Regno Unito.

Il gradino più basso del podio, a pari merito tra loro, spetta a Francia e Paesi Bassi.