LNDC: il vostro amico peloso è strano? Scrivi al dog trainer

Da quando è iniziato il lockdown, ormai quasi un mese fa su tutto il territorio nazionale, tantissimi cani si trovano a vivere 24 ore su 24 in casa con i propri compagni di vita umani. Se da un lato questa novità è per loro una grandissima gioia, dall’altro l’impossibilità di uscire per lunghe passeggiate o per socializzare e giocare con altri cani può avere effetti negativi sul loro benessere psicofisico.

Tanti, in questi giorni, hanno notato evidenti segnali di disagio da parte dei loro amici a 4 zampe impossibilitati a fare tutte le attività a cui erano abituati prima delle restrizioni imposte dal Governo.

Per questo motivo, annuncia LNDC in una nota, è stata messa a loro disposizione una figura competente e professionale per avere consigli sul come cercare di alleviare lo stress dei familiari con la coda. L’esperto, Cristian Evangelista, è un educatore e istruttore cinofilo, nonché tecnico di Mobility Dog, affiliato a SIUA e FICSS, due importanti realtà nella cinofilia italiana.

“Collaboro da diversi anni con LNDC e sono molto felice di poter dare il mio contributo anche in questa occasione – dice Cristian Evangelista – non potrò fare delle vere e proprie consulenze, perché sarebbe necessario conoscere il cane e il suo contesto familiare e ambientale, ma sarò a disposizione per ascoltare le problematiche che mi verranno sottoposte e dare un consiglio sulla base di quello che mi verrà raccontato. In alcuni casi bastano davvero poche accortezze per allentare la tensione, mentre alcune altre situazioni richiederanno probabilmente l’intervento sul posto di un collega o di un veterinario comportamentalista.”

“Sono molto orgogliosa di questo nuovo servizio che LNDC offrirà ai cittadini – ha commentato Piera Rosati, Presidente LNDC Animal Protection – ho visto Cristian all’opera e non ho dubbi sulla sua preparazione, sulla sua competenza e sulla sua disponibilità. Chiaramente non ci aspettiamo di risolvere tutti i problemi che alcune persone stanno vivendo in queste settimane, ma se già riusciremo a dare un po’ di sollievo e magari stimolare una più profonda riflessione sulla relazione tra noi e i nostri cani vorrà dire che avremo fatto comunque un buon lavoro”.

Per chiedere consigli o avere un parere si può scrivere alla e-mail dogtrainer@legadelcane.org, spiegando quanto più dettagliatamente possibile il motivo per cui lo stanno contattando.