L’uomo del futuro: gobbo, con le mani ad artiglio e il cervello più piccolo

Come sarà l’uomo del futuro? Gobbo, basso, con gli occhi spiritati, le mani ad artiglio e il cervello più piccolo. Questo è quello che è emerso da una ricerca commissionata dalla compagnia americana TollFreeForwarding. Le foto del prototipo, che in realtà è una donna di nome Mindy, stanno facendo il giro del web e mostrano una persona tutt’altro che attraente.

L’essere umano andrà quindi incontro a una nuova trasformazione dovuta questa volta all’uso massiccio della tecnologia, che se in tante cose ci ha aiutato, in altre ci ha decisamene peggiorato. Sicuramente tra mille anni non saremo effettivamente così, ma questo prototipo vuole far riflettere su quello che rischiamo e sul fatto che dovremmo trovare un giusto equilibrio con l’uso di telefonini, tablet, pc etc etc.