Maneskin: concerto e firmacopie a Rieti … ma è un pesce d’aprile!

Rieti si è svegliata – venerdì mattina – con una notizia bomba! I Maneskin alle 21:00 in città – l’ultima volta era stato nel 2018 – per un mini-concerto (attesa circa mezz’ora di esibizione) ed il firmacopie del loro ultimo album.

A condurre una serata – alla quale si attende “una folla oceanica (ma nel rispetto delle norme anti covid)”, il nostro Stefano Pozzovivo.

Il palco che ospiterà la band sarà “semplice ma a forma di barca e con le reti, pare ‘simbolo’ del titolo del prossimo successo in cantiere. In piazza Vittorio Emanuele II si esibiranno in Zitti e Buoni ma anche in Marlena e Coraline“.

Immediata la reazione dei reatini entusiasti e la richiesta di informazioni

… Peccato che fosse il pesce d’aprile” della testata più letta in città e in provincia. Rietilife.com, online ed anche in edizione cartacea, si definisce come l’informazione indipendente della tua città“, sempre puntuale e verificata.

Ognuno dei 364 giorni dell’anno … tranne uno!

Il 1 aprile, appunto, quando i redattori “regalano” leggerezza, perché le tradizioni popolari hanno un loro perché e perché “sorprendere” condisce la quotidianità.

Non succedeva da due anni a questa parte che il quotidiano proponesse il suo “pesce”, ma nel 2022 – in coincidenza anche con la fine dello stato d’emergenza – l’occasione era troppo ghiotta per non sfruttarla.

Così, la notizia è stata scritta ad arte e disseminata di impalpabili “indizi”.

A partire dall’avvio, in cui, si legge “i vincitori del 71esimo Sanremo e del 65eismo Eurovision Song Contest saranno di nuovo a Rieti per il loro “Showcase and fish“, una tappa per omaggiare una delle città che ha creduto nel loro successo prima ancora che arrivasse, quando erano dei “pesci piccoli della musica” per dirla con le parole del critico musicale Alfonso Trota Spada“.

Ed ancora “è iniziato l’allestimento del palco per il loro “Showcase and fish“, nome del mini-evento voluto da Gianpiero Boccaloni, un esponente di spicco dell’entourage del gruppo alla ribalta internazionale e portabandiera della musica italiana nel mondo“.

L’abbocco (altro termine “sentinella” – ndr) per i Maneskin a Rieti c’era già stato nelle scorse settimane con l’Amministrazione Comunale (e la regia di Carlo Amo, dirigente comunale che più volte si è occupato dei grandi eventi) poi la decisione e band romana di portata internazionale di nuovo nella rete (come sopra – ndr) di Rieti”.

Quando si dice … “la comunicazione costruisce il mondo”… oppure “le fake news sono sempre in agguato”!

Alla fine – assicurano dalla Municipale – nonostante la verità sia ormai venuta a galla, una pattuglia, nel pomeriggio, monitorerà la Piazza per informare quei pochi (o tanti) che arriveranno per il concerto serale!

Foto – Instagram