Mettere il rossetto fa bene

Mettere il rossetto fa bene. Lo dicono le neuroscienze che hanno scoperto la relazione chimica tra la pelle e le emozioni. I cosmetici, infatti, innalzano l’autostima e tolgono gravità.

Chi non ha mai provato la goduria di indossare un rossetto nuovo? “Tutto funziona grazie ai neurotrasmettitori cutanei che reagiscono agli stimoli sulla pelle attivando così la produzione delle molecole del benessere – ha dichiarato Carla Scesa, docente di Chimica dei prodotti cosmetici all’Università Cattolica di Roma e di Cosmetologia all’Università di Siena – il cosmetico è un percorso: lo annusi, lo spalmi e lo massaggi. La sensazione sulla pelle, quello che in cosmetologia viene definito ‘skin feel’, è fondamentale”.

A questo si aggiunga anche la ricerca sulla cosiddetta “radiance”, la luce che emette la pelle dall’interno e che è collegata alla giovinezza, ma anche alla felicità. Luce che viene immessa nei pigmenti del rossetto, il trucco più legato al richiamo sessuale. La ricerca di un gruppo di psicologi milanesi aveva comprovato il collegamento tra lipstick e autostima. Bastava applicarlo per registrare nelle donne un innalzamento della self confidence.

Ultimo trend le formule green. Una ricerca pubblicata da stellarising.com evidenzia l’atteggiamento delle consumatrici, facendo luce su il “non far male a nessuno” come leva emotiva che spinge a comprare prodotti innocui. In sintesi, estinguere il senso di colpa coincide con il non produrre l’ormone dello stress.