Natale: Assisi diventa città Presepe e si riveste di luce

Assisi si riveste di luce, di meraviglia e di stelle e illumina il Natale con la bellezza dell’arte e la speranza del Presepe.

E’ stato infatti inaugurato sul sagrato della Basilica superiore di San Francesco, “Il Natale di Francesco”, nato dalla collaborazione tra Sacro Convento, Enel e Comune di Assisi.

Il progetto artistico ed illuminotecnico, realizzato da Enel X (la business line del Gruppo Enel dedicata ad illuminazione pubblica e artistica), è di grande suggestione e rievoca la magia del Natale attraverso la luce e la tecnologia, proponendo un itinerario ispirato dalla pittura di Giotto.

Si tratta di un percorso di stelle proiettate tra le vie della città che conduce alla scoperta di quattro opere di Giotto, presenti nella Basilica inferiore di San Francesco e per questo Natale proiettate sulle Basiliche di San Francesco, Santa Chiara, San Rufino e San Pietro.

A completare l’itinerario di luce il videomapping sul Palazzo Comunale che rappresenta la visione di Giotto della città di Assisi, attraverso le architetture raffigurate nei suoi dipinti.

Sulla facciata della Basilica superiore di San Francesco è proiettata l’immagine simbolo del Natale, la “Natività di Gesù”, a rinnovare il profondo legame tra il Santo di Assisi e il Presepe.

Su San Rufino appare “L’Annunciazione di Maria”, attraverso l’illuminazione mappata della superficie dell’architettura e un adattamento grafico dell’affresco di Giotto.

Sulla facciata della Basilica di Santa Chiara e sul primo arco rampante brilla un adattamento grafico dell’affresco della “Visitazione” di Giotto.

Infine, sulla facciata dell’Abbazia di San Pietro si ammira l’immagine del dipinto di Giotto “Adorazione dei Magi”, riadattata secondo la composizione dell’architettura.


Anche il Presepe presenta molte novità con 100 sculture a grandezza naturale scolpite dai maestri artigiani di Ortisei e accompagnate da illuminazioni artistiche sulle case del centro storico.

I colori pastello di Giotto oro, rosso arancio, verde olivo e blu, sono visibili dalla pianura e restituiscono la percezione di “Assisi città Presepe”, e le stelle sulla pavimentazione che illuminano il percorso tra i siti coinvolti.

Il Comune e il Sacro Convento hanno acceso anche l’Albero di Natale, installato nella piazza inferiore della Basilica di San Francesco, un abete bianco di 15 metri donato dal comune di Castel Ivano in provincia di Trento.

L’abete, addobbato con circa 40 mila luci a led, proviene da foreste certificate della frazione di Villa Agnedo. Insieme all’albero anche un presepe artigianale della tradizione. Durante la cerimonia di inaugurazione si è esibito il coro della Valsugana.

San Francesco, inoltre, è diventata per l’occasione la “Basilica di vetro”: ogni 30 minuti, infatti, dalle 17 alle 22 il presepe viene spento per lasciare spazio ad un video mapping sulla facciata della Basilica Superiore che permette allo spettatore di vedere l’interno del Complesso Monumentale, con i suoi affreschi, e immergersi in una narrazione evocativa del Natale di san Francesco.

Un lavoro di computer grafica che consente di ammirare l’interno della Basilica (in scala 1:1) anche negli orari di chiusura al pubblico. Un racconto che attraversa diversi scenari e la ricostruzione virtuale del cantiere di realizzazione del Sacro Convento.