Natale, pranzi e cene… difficili da digerire anche per la testa!

Sotto le feste si mangia inevitabilmente di più, e ne risente anche la nostra mente. Non sono solo le tante chiacchiere, i soliti discorsi dei parenti, le ore in mezzo alla confusione ad “appesantirci” la testa, ma anche quello che troviamo nel piatto.

Cenoni e pranzi non sono infatti difficili da digerire solo per la nostra pancia. Secondo studi recenti ci sono alimenti che espongono di più al rischio di essere colpiti da forme, seppure lievi, di depressione. Attenti quindi soprattutto a carni rosse, salumi e alcolici. Nei giorni di festa sono difficili da evitare, ma almeno in quelli “normali” non esagerate. Compensate con carni bianche, pesce, verdure lesse e tisane.

Da non sottovalutare poi anche le quantità. Cercate sempre di non esagerare rispetto alla vostra norma, qualcosa in più, ma non troppo. Pancia e testa vi ringrazieranno.