Nina Zilli positiva al Covid. Su Instagram, mi metto nel sarcofago e aspetto la reincarnazione

Oggi sono #cleopatra, servono sempre un po’ di autoironia e figaggine indotta da una app, quando la fortuna è cieca e la sfiga ci vede benissimo. Mi metto nel mio “sarcofago” e aspetto la prossima reincarnazione“. E’ ironica Nina Zilli mentre continua a commentare sui social la notizia della sua positività al Covid.

https://www.instagram.com/p/CGcKJ7ypxvK/

La cantante, che va ad accrescere la lista dei nomi noti colpiti dal virus, nei giorni scorsi con una serie di stories aveva raccontato anche di come poteva essersi contagiata.

Molto probabilmente l’ho preso ad una cena – aveva ricostruito – Tutto il ristorante era senza mascherina, perché quando si mangia… Ecco, vi consiglio di non andare al ristorante, di non stare più in luoghi chiusi affollati. Io mi sono quarantenata, ma vi consiglio di di smettere la vita sociale questa e la prossima settimana. Ho fatto di tutto per non prenderlo, ve lo giuro. Eppure va oltre il nostro controllo“.

La vena ironica dell’artista e la sua voglia di sdrammatizzare, comunque, l’hanno sorretta fin da subito. “Ho il Covid. Negli ultimi 5 giorni: 2 tamponi negativi, 1 sierologico negativo. E dopo un’ora dal sierologico negativo… mi è venuta la febbre!”.

In isolamento, ha raccontato ai follower di aver fatto di tutto per evitare il contagio e di essersi sottoposta più volte a tampone ed esame sierologico (sempre pagati di tasca sua, raddoppiando le analisi in occasione di sue ospitate in tv): “Lo facevo chiaramente per proteggere la mia famiglia, ancor prima di me. Sappiate che non ha funzionato“.