Oscar: in corsa anche Sophia Loren?

La corsa per la migliore attrice è piena di veterane quest’anno, con interpreti del calibro di Meryl StreepMichelle Pfeiffer ed Ellen Burstyn in lizza per le nomination agli Oscar. A far parte della lista c’è Sophia Loren“.

Secondo il magazine “Variety” la grande attrice è stata inserita nella lista delle aspiranti agli Oscar per il film La vita davanti a sè diretto dal figlio Edoardo Ponti. Nella cui colonna sonora è inserito il brano Io sì (seen) di Laura Pausini ed anche nel video ufficiale – diretto sempre da Ponti – compare la diva”.

La vita davanti a sé è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo del 1975 scritto da Romain Gary, che nel 1977 ebbe una trasposizione cinematografica con protagonista Simone Signoret.

Nel film di Ponti la protagonista torna a recitare a distanza di tempo dalla sua ultima apparizione, il mediometraggio Voce umana, sempre diretta dal figlio Edoardo, tratto dall’opera di Jean Cocteau, che le valse il David speciale ai David di Donatello 2014.

Sophia ha ottenuto l’Oscar per “La ciociara” nel 1962, che l’ha resa la prima attrice a vincere la statuetta per un film in lingua straniera. Ha avuto un’altra nomination nel 1965 per “Matrimonio all’italiana” e se, come pare, otterrà una nomination per “La vita davanti a se'”, sarà protagonista di un nuovo record.

Nel 2021 segnerà 56 anni dalla sua ultima nomination e potrebbe battere il record attualmente detenuto da Henry Fonda come il divario più lungo tra prima ed ultima nomination. Fonda è stato nominato la prima volta nel 1941 per “Furore” e ha vinto l’Oscar nel 1982 per “Sul lago dorato”, segnando un gap di 41 anni.

Sophia Loren potrebbe diventare, inoltre, la candidata più anziana come miglior attrice nella storia degli Oscar, all’età di 86 anni. Attualmente il record è di Emmanuelle Riva, candidata ad 85 anni per la sua performance in Amour di Michael Haneke. Nel caso Loren vincesse batterebbe il record dell’Oscar femminile più anziano, attualmente di Jessica Tandy, così come quello nell’intera categoria dedicata alla recitazione, sia maschile che femminile.

Altri record potenzialmente raggiungibili in quest’edizione potrebbero riguardare Anthony Hopkins per The Father; a 83 anni Hopkins potrebbe diventare il candidato più anziano, superando Richard Farnswoth, candidato a 79 anni. Nel caso vincesse, Hopkins supererebbe Henry Fonda.