Rughe, “perdonate” solo alle mamme

Gli uomini dicono di preferire le donne acqua e sapone e di non amare i ritocchini, peccato che poi “perdonino” il passare degli anni solo alla mamma. Secondo una ricerca italiana di qualche tempo fa i maschietti usano decisamente due pesi e due misure: le rughe di mogli e compagne, sono sinonimo di trascuratezza, quelle di mammà, o di nonnina, sono il segno di una vita di fatiche che merita amore e rispetto.

Di fronte ai solchi sul viso della partner la maggior parte degli intervistati (circa mille, i 25 e i 65 anni, in maggioranza di classe sociale media e istruiti) si sono dimostrati davvero cinici. C’è chi le vede come l’assicurazione alla fedeltà, chi come la giustificazione a tradire, ma anche chi si dispera per aver scelto la donna sbagliata. Non si sono poi risparmiati sulla suocera, considerata da molti “riprovevole”. Le cose cambiano per mamma e nonna, che invece ispirano con i loro visi vissuti solo tanto amore.

Le rughe che l’uomo italiano nota di più guardando una donna sono le ‘zampe di gallina’, seguite dalle rughe sul collo, sul seno e sulle labbra.

Che dire, non ci fanno proprio una bella figura questi maschietti, anche perché il tempo passa per tutti!