Serie A: Colpo Inter, Juve battuta e fuori dalla lotta scudetto

Un calcio di rigore di Calhanoglu al 50′ del primo tempo decide la sfida dell’Allianz Stadium che permette all’Inter di vincere 1-0 ed estromettere la Juve dalla corsa scudetto.

Inizio tambureggiante della squadra di Allegri e traversa di Chiellini con Morata e Vlahovic che non concretizzano.

Poi l’episodio, contestato, prima dell’intervallo con il pestone da rigore di Morata su Dumfries in area per un episodio che il Var – richiamando l’arbitro – ha giudicato da rigore.

Sul dischetto Calhanoglu si è fatto ipnotizzare da Szczesny, facendosi poi anticipare sulla ribattuta da De Ligt; l’olandese però era entrato in area prima del dovuto, portando alla ripetizione del tiro dagli undici metri questa volta trasformato dal turco.

Nella ripresa palo di Zakaria per la Juventus.

Posso solo dire che la Juventus ha fatto una delle migliori partite, però il calcio è questo e va accettato – il pensiero di Massimiliano Allegri – Stiamo migliorando molto, in queste settimane finali dobbiamo consolidare il quarto posto e per farlo bisogna mettere da parte questa partita subito.

Nel calcio quando si perde bisogna stare zitti, non ho niente da rimproverare ai ragazzi. Questa sera hanno fatto una prestazione ancora migliore di quella col Villarreal.

Sono contento di come ha giocato la squadra, di come ha avuto la forza di giocare anche il secondo tempo dopo che il primo sembrava non finisse mai.

Credo che la gente si sia divertita, dispiace per il risultato. Dobbiamo consolidare il quarto posto perché dobbiamo giocare in Champions l’anno prossimo.

Vlahovic l’ho visto meglio oggi che col Villarreal. Con le prime del campionato abbiamo fatto pochi punti, è normale che se perdi gli scontri diretti del vincere con quelle in fondo.

Noi invece non abbiamo battuto le prime e perso punti con le altre dietro. Dispiace perché potevamo avvicinarci a quelle davanti stasera e superare l’Inter””.

Era una tappa fondamentale, stiamo rincorrendo il Milan e Napoli e volevamo rimanere lì – le parole di Inzaghi – E’ normale che c’è un po’ di pressione all’Inter, abbiamo avuto fuori dei giocatori importanti e ancora è lunghissima. Diranno che la favorita è ancora l’Inter, però ricordo quello che si diceva all’inizio e non vinceva qui allo Stadium da undici anni”.

Sul rigore dice: “c’era, era già gol sulla ribattuta perché non c’era niente su Calhanoglu. Ho lanciato la casacca e sono stato espulso prendendomi un pareggio”

Questi i risultati della 31^ GIORNATA:

Spezia-Venezia 1-0, Lazio-Sassuolo 2-1, Salernitana-Torino 0-1, Fiorentina-Empoli 1-0, Atalanta-Napoli 1-3, Udinese-Cagliari 5-1, Sampdoria-Roma 0-1, Juventus-Inter 0-1, Verona-Genoa lunedì 4 aprile ore 18.30, Milan-Bologna ore 20.45

Classifica:

Milan, Napoli 66, Inter 63, Juventus 59, Roma 54, Lazio 52, Atalanta 51, Fiorentina 50, Sassuolo 43, Verona 42, Torino 38, Bologna, Empoli, Udinese 33, Spezia 32, Sampdoria 29, Cagliari 25, Venezia, Genoa 22, Salernitana 16.

32^ GIORNATA (da sabato 9 aprile a lunedì 11 aprile 2022):

Empoli-Spezia sabato 9 ore 15.00, Inter-Verona sabato 9 ore 18.00, Cagliari-Juventus sabato 9 ore 20.45, Genoa-Lazio domenica 10 ore 12.30, Napoli-Fiorentina domenica 10 ore 15.00, Sassuolo-Atalanta domenica 10 ore 15.00, Venezia-Udinese domenica 10 ore 15.00, Roma-Salernitana domenica 10 ore 18.00, Torino-Milan domenica 10 ore 20.45, Bologna-Sampdoria lunedì 11 ore 20.45