Spagna: Nacho Palau e Miguel Bosè in tribunale per figli

Hermanos para siempre#hermanosparasiempre “Fratelli per sempre”. Lo scultore Nacho Palau, ex compagno di Miguel Bosè, ha scelto Instagram ed una foto significativa per sottolineare le ultime vicende che lo vedono coinvolto.

View this post on Instagram

#hermanosparasiempre

A post shared by Nacho Palau (@nachopalau) on

E’ iniziato, infatti, a Madrid il processo che lo contrappone a Miguel Bose’, suo compagno per ben 26 anni. Motivo del contendere, la paternità dei loro quattro figli Tadeo, Diego, Ivo e Telmo, che oggi hanno 9 anni.

Le due coppie di gemelli, nati da due gravidanze surrogate, dopo la separazione – avvenuta a luglio 2018 – sono gestite autonomamente da Palau e Bose’ che vivono rispettivamente in Spagna ed in Messico. Una distanza geografica molto grande, che, evidentemente, pesa sui ragazzi.

Lo scultore chiede la riunione dei ragazzi, considerati fratelli (anche se non consanguinei) e con gli stessi diritti.

I bambini hanno bisogno l’uno dell’altro, tutto questo non ha senso“, aveva affermato Palau in un’intervista qualche giorno fa, lamentando la separazione dei figli. 

La Corte dovrà determinare la paternità, se i bimbi siano stati concepiti come un progetto di famiglia (la relazione tra Palau e Bosè è stata ufficializzata solo nel momento della rottura – ndr) e quale debba essere il loro luogo di residenza. Decisioni non facili per i giudici visto il vuoto legislativo del diritto di famiglia (in Spagna la maternità surrogata non è prevista dalla legge) e vista la mancanza di precedenti giudiziari in materia.

Tuttavia il toccante post di Palau è stato accolto da moltissimi follower in maniera non positiva. C’è infatti chi ha scambiato il gesto come opportunismo ed anche chi ha scritto “Sempre con Bosè