Tempo sospeso e bricolage … la soluzione

Viviamo “in pausa”, costretti a rimanere casa, ma la fantasia è tornata a fare da padrona e pure le mani.

In tempo di Covid-19, accanto alla lettura, alla tv, ai compiti per i più piccoli, ad andare per la maggiore è il bricolage. Il fai da te casalingo che sta vivendo un momento d’oro, in linea con l’hastag #iorestoacasa.

E sì, perché supportati dal web che fornisce un aiuto preziosissimo, sempre più italiani sperimentano tutorial di ogni tipo, da quelli culinari a quelli con consigli d’idraulica o per aspiranti pollici verdi. E così c’è chi prende in mano per la prima volta l’uncinetto, chi prova a fare il pane – moltissimi la pizza – in casa. Si ricama e si curano le piante. Si sperimentano nuove torte o si prendono lezioni di cucito.

Si potrebbe dire che sono “le mani” le vere protagoniste di questo periodo di forzata immobilità.

Ad impazzare i lavori all’uncinetto e di ‘knitting’, termine con il quale si indica il lavorare a maglia, con i ferri ed i gomitoli di lana che moltissime nonne hanno cercato di insegnare soprattutto alle bambine, ma che ora stanno catturando una fetta sempre più ampia di uomini. I gruppi Facebook hanno moltiplicato i tutorial e molte aziende si sono buttate sull’online per fornire i materiali. Tra le proposte più attuali, come realizzare a maglia l’arcobaleno ‘Andrà tutto bene’, che se la gioca con le spiegazioni per confezionare mascherine.

Che dire poi del modellismo, del restaurare mobili, magari decorandoli con la tecnica del decoupage. C’è poi la parentesi giardinaggio, anch’essa capace di ossigenare e scaricare la mente. Tanto che si abbia un giardino – i più fortunati – che un balcone, come curare le piante sta diventando un altro must, naturalmente cercando di rigenerare quelle che già si possiedono, perché almeno per ora è impossibile acquistarne di nuove.

Più di tutto, comunque, a tenere occupate le mani ci pensa il pulire la casa, magari sfruttando quei rimedi della nonna, puntualmente riproposti dal web.

Nel trionfo di manualità, un posto a parte lo merita la cucina, che riscopre gli ingredienti di base immancabili in dispensa e li trasforma in pane e biscotti fatti in casa … rigorosamente dietetici.