Ti senti disorientato? E’ la Giornata dei Calzini Spaiati

Il momento difficile che stiamo vivendo, giustifica un certo disorientamento. Niente paura! Il 5 febbraio è la Giornata Mondiale dei Calzini Spaiati.

Il protrarsi della pandemia, le scuole chiuse a macchia di leopardo e nella migliore delle ipotesi, lo smart working in corso, non devono farci perdere la capacità di sorridere per le piccole cose.

Ed ecco che la Giornata Mondiale dei Calzini Spaiati ci viene in soccorso.

Alzi la mano chi non ha nei cassetti, in ordine sparso, una serie di calze e calzini senza il gemello!

E’ tipico nelle famiglie con bambini: all’aumentare del numero dei membri, aumenta (del doppio) anche il numero dei calzini in circolazione e inevitabilmente… qualcuno si perde nei vari passaggi e ci si ritrova con montagne di calzini diversi e spaiati.

Può capitare, ed oggi ha più senso di sempre, indossarli così e celebrare un omaggio alla libertà.

La ricorrenza – che ha acquisito una valenza social – nasce più di dieci anni fa dall’intuizione di una maestra friulana e vuole dare un messaggio all’accettazione della diversità.

Oltre a condividere quanto capita in moltissime case, fotografare e postare due calzini diversi ha anche un significato sociale: vuole spronare al rispetto reciproco verso chi è diverso da sé.

Diversità come valore e come superamento della solitudine. A maggior ragione in questi tempi è un modo per non sentirsi esclusi e lontani.

Indossare un calzino spaiato – sottolineano gli osservatori dei fenomeni sociali – può allora essere un rimedio all’isolamento, quella sensazione di smarrimento che potrebbe, per assurdo, provare un calzino che ha smarrito il suo gemello“.

Per partecipare alla Giornata non resta che … togliere le scarpe e utilizzare l’hastag #calzinispaiati2021.