Tiramisù World Cup 2021: la sfida più dolce apre la primavera

La comunità dei Tiramisù Lovers è in fermento! La versione primaverile della sfida più golosa dell’anno corre sui social.

Quest’anno la Tiramisù World Cup (che generalmente si celebra in autunno) ha convocato 30 dei suoi migliori concorrenti per una gara declinata all’insegna dell’attualità.

Dalla propria abitazione, gli aspiranti chef si cimenteranno in una lunga diretta durante la quale affronteranno le tradizionali fasi della TWC: Selezioni, Semifinali e Finale.

L’appuntamento è per domenica 21 marzo, in occasione del “Tiramisù Day”, la giornata nazionale dedicata in tutta Italia al dolce al cucchiaio più famoso al mondo.

Ad ideare la competizione mondiale è un italiano, Francesco Redi, appassionato di Tiramisù, deciso soprattutto a trasformarlo in un volano di valorizzazione turistica.

Nel sito dedicato all’evento scrive “viaggiando con frequenza per lavoro all’estero, mi sono trovato spesso a mangiare fuori e, goloso di tiramisù come sono, notavo che era sempre presente nelle carte dei ristoranti e dei bar”.

Chiedevo ai miei colleghi di dove fosse originario il tiramisù. Qualcuno diceva ‘argentino’, confondendolo con il Tres Leches, o ‘giapponese …. Ti-ra-misu’. I più bravi dicevano italiano, ma io che sono cresciuto a Treviso sapevo che il tiramisù è il dolce della tradizione di quella parte d’Italia, tanto piena di attrazioni turistiche, aziende e buoni prodotti eno-gastronomici ma non proprio popolare come destinazione turistica.

Popolarissimo è invece il tiramisù: su tutti i social notavo migliaia e migliaia di post e foto commentate in tutte le lingue, con ricette di tutti i tipi.

Solo mia mamma ha la ricetta originale e lo fa più buono di tutti” è quello che raccoglievo da amici e conoscenti …. ma io volevo assaggiare il più buono … allora … perché non metterli tutti in competizione? Ecco che nasce la Tiramisù World Cup, una competizione tra non professionisti.

All’epoca lavoravo per l’Università Europea per il Turismo, un progetto unico, e la prima cosa che mi è stato consigliato è scrivi il modello. E così fu ed ecco che IGI Global pubblica nel 2017 “Enhancing Coopetition Among Small Tourism Destinations by Creativity” in cui spiego il modello della Tiramisù World Cup”.

Il 21 marzo sulla piattaforma online Reno, trenta concorrenti si sfideranno in una gara virtuale divisa in due momenti: ore 11-13: due ore dedicate alle Selezioni visibili sui canali social della TWC; ore 14-16: due ore dedicate alla Finale, che avrà luogo sulla piattaforma Zoom e in diretta sui social della TWC.

A conclusione della giornata, dalle 18,00 alle 21,00 ci sarà un collegamento di 3 ore con food blogger, chef ed istituzioni estere (in particolare dagli USA, Russia e Canada), che preparando il tiramisù dialogheranno con Francesco Redi e Alessandra Gambini, residente a Los Angeles e autrice dei libri “A Queen in the Kitchen” e “No Ketchup on Spaghetti”.

Abbiamo una grande community che ci segue con entusiasmo – dice ancora Francesco Redi – In questa nuova fase di limitazioni alla socialità, il Tiramisù Day nazionale rappresenta un modo per restare a casa seguendo le proprie passione e sfruttando la tecnologia a disposizione.

Ovviamente, nel giudizio finale della gara (che non sostituisce quella autunnale, ndr.) manca la possibilità di assaggio; ci si basa su altri criteri quale l’esecuzione tecnica e la presentazione estetica”.