Vacanze: con il bel tempo di settembre 1 mln in camper

Con le partenze di settembre favorite dal bel tempo salgono a oltre 1 milione gli italiani che hanno scelto di fare una vacanza in camper.

E’ quanto emerge da una analisi Ixè che fotografa l’interesse per la vacanza itinerante in tempi di emergenza sanitaria.

Le immatricolazioni dei camper a giugno 2020 hanno messo a segno un +50%, mentre luglio il +104% rispetto allo stesso mese dello scorso anno secondo numeri di Apc divulgati in occasione del Salone del Camper 2020 in calendario fino al 20 settembre a Parma.

Con le restrizioni imposte dalla pandemia, la possibilità di replicare in vacanza la sicurezza offerta dalle mura domestiche, almeno per quanto riguarda l’alloggio, è la qualità più apprezzata dai camperisti, assieme alla flessibilità e alla possibilità di visitare più luoghi durante il viaggio.

Una esperienza di turismo “integrale” nella libertà di cambiare idea e itinerari anche a seconda delle condizioni del posto o del meteo.

Insieme al mare e alla montagna tra le mete preferite dei camperisti quest’estate ci sono i centri minori, i piccoli borghi, alla scoperta di luoghi, prodotti e tradizioni meno conosciuti ma anche per sfuggire al rischio del sovraffollamento nelle spiagge e nelle località turistiche più battute, di fronte all’emergenza coronavirus.

Un fenomeno favorito anche dalla diffusione capillare dei piccoli comuni che incrementa la capacità di offrire un patrimonio naturale, paesaggistico, culturale e artistico senza eguali.

In Italia i centri sotto i 5mila abitanti sono, infatti, 5.498, quasi il 70% del totale, secondo un’analisi Coldiretti su dati Istat, ma vi risiede solo il 16% degli italiani. Un patrimonio diffuso lungo tutto la Penisola che favorisce in turismo di prossimità apprezzato dai camperisti che colgono l’occasione dei weekend per effettuare numerose mini vacanze durante l’estate.

L’offerta turistica Made in Italy ha colto questa opportunità e da Nord a Sud sono disponibili servizi, aree di sosta e quasi tremila campeggi al mare, nelle città d’arte, in montagna e anche in campagna.

Si stima che in Italia siano presenti circa 12mila piazzole di sosta negli agriturismi italiani che sono particolarmente apprezzate dagli amanti della vacanza all’aria aperta come i camperisti.

Molte aziende agrituristiche si sono attrezzate con l’offerta di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione di spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di sicurezza e di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali.