Vasco Rossi e Dylan Dog … che accoppiata e che omaggio!

Un’accoppiata insolita, ma comunque vincente! Vasco Rossi e Dylan Dog, una proposta da sfogliare e da leggere.

Alla base, come ha scritto il rocker sulla sua pagina Instagram la convinzione che “Vasco Rossi e Dylan Dog fenomeni senza tempo per intere generazioni”.

Dal 30 giugno, in edicola è disponibile il primo di 3 episodi inediti ispirati dalle canzoni di Vasco. Il protagonista è ovviamente sempre il celebre Indagatore dell’incubo.

A inaugurare il progetto è “Sally”.  A seguire, i numeri dedicati ad Albachiara e “Jenny“. 

Sally è una donna di oltre 30 anni.. – ha sempre scritto Vasco – è la donna che è arrivata alla maturità, ha capito gli errori che ha fatto, li ha pagati e quindi non ha più voglia di fare la guerra.

Nella presentazione dell’insolita sinergia Michele Masiero, Direttore Editoriale di Sergio Bonelli Editore aveva sottolineato”è curioso come gli aggettivi che si possono usare per Vasco e per Dylan siano facilmente intercambiabili tra i due: ribelle, insofferente agli schemi, determinato eppure fragile, disilluso eppure vitale. Insomma, umano, molto umano“.

Per i fan dell’artista le uscite (anche il 30 luglio e il 31 agosto) consentiranno di ingannare l’attesa per il tour rimandato al 2022, mentre la casa editrice celebrerà i suoi 80 anni e il celebre personaggio di Tiziano Sclavi.

Proprio lui ha avuto l’idea degli albi … addirittura in sogno. “Di solito i miei sogni sono incubi paurosi e disperati – aveva detto – ma quello, caso più unico che raro, era felice. Non ricordo come si svolgesse, so solo che a un certo punto cantavo ‘Voglio una vita spericolata’. Era indubbiamente un segno. Segno che qualcosa di Vasco mi era entrato nel profondo“.

Soddisfatto anche Vasco Rossi, fin dalla lettura in anteprima delle pubblicazioni, le cui copertine, curate da Gigi Cavenago e Fabrizio De Tommaso sono duplici per ogni albo; una regolare da un lato e una speciale da collezione sull’altro.

A impreziosire il tutto una foliazione curata e contenuti speciali, come l’intervista di Luca Crovi a Vasco e i testi delle canzoni a cui si ispira ogni episodio.

La sceneggiatura degli albi è stata affidata a Paola Barbato, Gabriella Contu e Barbara Baraldi, mentre Corrado Roi, Sergio Gerasi e Davide Furnò hanno disegnato le tavole.

Ho sempre amato la sintesi e i fumetti in questo son perfetti: il racconto si dipana per immagini e poche parole ma quelle che bastano a farti capire un mondo intero di cose – il commento di Vasco – Il mio percorso direi che va da Nembo Kid a Tex Willer per arrivare fino a Dylan Dog, il più colto, raffinato e impegnato, il suo mondo visionario mi ha affascinato. Ancora oggi è per me un mito e sono strafelice di incontrarlo. A proposito, da Dylan Dog sono passato direttamente ai libri di filosofia“.