WWF: Buon Compleanno! 54 anni e non sentirli …

Il WWF, lo scorso 5 luglio ha compiuto 54 anni!
L’associazione, fondata in Italia nel 1966 da Fulco Pratesi e altri pionieri, da più di mezzo secolo si spende per difendere e promuovere il capitale naturale italiano. Con le Oasi, che oggi sono più di 100, il WWF è riuscito a salvare habitat e specie che rischiavano di scomparire.

Le oltre 100 Oasi del WWF Italia proteggono 78 siti di Natura 2000, sono visitate ogni anno da 150 mila persone, e rappresentano beni comuni a difesa del capitale naturale. Questi angoli di natura sono rifugi per tante specie a rischio come orsi, lupi, lontre e fenicotteri, farfalle e cavalieri d’Italia, e presidi per difesa della salute e del benessere.

La natura conservata nella Oasi ricarica le falde di acqua dolce, accoglie specie fondamentali per l’agricoltura, protegge il territorio dal rischio di esondazioni, fornisce ossigeno e assorbe anidride carbonica, custodisce specie rare e importanti per l’Italia e per l’Europa.

Foreste e acque dolci sono gli ambienti più rappresentati nel mosaico di habitat protetti, ambienti che garantiscono acqua, cibo, sicurezza idrogeologica e assorbimento di CO2, casa e rifugio a molti animali.

Le Oasi sono anche sede di produzioni biologiche e di qualità, che preservano la biodiversità e gli insetti impollinatori, sempre più a rischio a causa del massiccio uso della chimica in agricoltura.

Le Oasi del WWF sono visitate ogni anno da migliaia di famiglie: prepariamo così una generazione di adulti amanti della natura e attenti alla biodiversità. Senza dimenticare che il contatto con la bellezza contribuisce al benessere psico-fisico. Se non ci fossero state le Oasi del WWF, il territorio, già violentato, avrebbe 35.000 ettari in meno di natura custodita e protetta per il bene di tutti.

(fonte – comunicato; foto – Orti di Bottagone @Stefano Benucci)