27 aprile: Giornata Mondiale del Disegno

Disegnare è una modalità di comunicazione non-verbale molto potente: gli uomini impararono a comunicare tramite immagini figurate e, solo dopo, grazie alla scrittura.

Per celebrare la creatività e la comunicazione che scaturisce attraverso il disegno, il 27 aprile, in tutto il mondo, si celebra la Giornata Mondiale del Disegno. A proclamarla il Consiglio Internazionale delle Associazioni di Disegno Grafico; un’associazione fondata a Londra nel 1963 per disegnatori professionisti.

Da tempo la tecnica del disegno supporta anche il campo terapeutico: l’arteterapia è una tecnica riabilitativa volta al sostegno di persone in difficoltà, stimolando la creazione artistica e l’espressione.

L’unico Paese in cui il disegno viene commemorato in un altro mese è l’Argentina. Qui è stato scelto il 24 ottobre 1966, giorno in cui si laureò la prima donna in disegno industriale: Haydée Stritmatter all’Università Nazionale di Cuyo a Mendoza.

Ma il 27 aprile è una data che, nello scorrere della storia ha portato altri eventi interessanti. Nel 1901 a Torino partirono dal Parco del Valentino le 32 automobili del primo Giro automobilistico d’Italia: fu organizzato dall’Automobile Club di Torino.
A Londra, invece, nel 1908 vennero inaugurati i giochi della IV Olimpiade a cui parteciparono circa duemila atleti, tra cui trentasette donne in rappresentanza di 22 paesi. Famosa, in quell’anno, la vicenda del maratoneta e mezzofondista Dorando Pietri. Nato a Carpi da una famiglia di umili origini, a pochi metri dal traguardo, crollò stremato. Aiutato a rialzarsi, venne squalificato e la vittoria andò all’americano Johnny Hayes. Tuttavia, ricevette come premio morale dalla Regina Alessandra una coppa d’oro ricolma di sterline. Nel novembre dello stesso anno, a New York fu organizzata la rivincita tra Hayes e Pietri: l’italiano vinse con uno stacco di 500 metri.