Anche il Museo d’arte di San Paolo del Brasile si unisce al portale Perugino2023

Altri due dipinti di Pietro Vannucci entrano al far parte della portale Perugino2023, la piattaforma online per promuovere le opere, i luoghi del Divin Pittore e le iniziative dedicate all’artista in occasione del cinquecentenario della sua morte.

Sono il San Sebastiano alla colonna, un olio su tela del Masp, il Museo d’arte di San Paolo del Brasile, e l’affresco della Cappella di San Severo di Perugia “Trinità e santi” di Raffaello e Perugino.

Si sono uniti al catalogo digitale completo delle circa 200 opere di Pietro Vannucci e di tutti i musei, le chiese e gli enti che le contengono, con 28 musei di tutto il mondo come partner (di cui 13 esteri), più di 110 immagini di opere già autorizzate ed inserite, itinerari, approfondimenti multimediali di autorevoli storici dell’arte, che via via si stanno rendendo disponibili con un loro contributo scientifico, al fine di rendere anche la parte dedicata all’approfondimento sempre più puntuale e interessante.

A poche ore dall’avvio dell’anno delle celebrazioni in suo onore, il portale Perugino2023 ha superato la fase di “avviamento”, facendo registrare un bel numero di visitatori virtuali, grazie anche ai canali social dedicati (Facebook e Instagram) costantemente aggiornati.

In meno di tre mesi, sono stati registrati più di 2400 nuovi utenti che si sono collegati oltre 2866 volte, con una durata
media di circa 2.5 min/sessione. L’età dei visitatori, calcolata sul 38% del totale, è distribuita mediamente su tutte le fasce e il sesso, calcolato sul 36% del totale, è uomo con il 58%. La percentuale sugli strumenti di fruizione per la piattaforma si divide a metà tra smartphone e desktop.

La Piattaforma “Perugino2023”, fruibile in italiano e in inglese, grazie ad un continuo aggiornamento, riporta le news e gli eventi dedicati al pittore fin dal 2022, ma soprattutto quelli che saranno organizzati in Umbria e nel resto del mondo durante il 2023.

Un programma che continuerà ad arricchirsi sempre più a mano a mano che gli enti presenteranno le loro iniziative sul territorio. All’interno del portale, inoltre, si può usufruire della sezione “informativa, divulgativa e storico-artistica” di Perugino e delle sue opere, attraverso il collegamento con il luogo italiano o estero che la custodisce e ne riporta la sua descrizione.

Le sezioni del portale si suddividono in Attrattori, Perugino, Opere, Musei e Chiese, Enti, News, Eventi, Shop, Contatti.

Nel dettaglio, la piattaforma presenta:

la digitalizzazione dell’edificio di Palazzo della Corgna a Città della Pieve, di Santa Maria dei Servi a Città della Pieve, dell’Oratorio della Nunziatella a Foligno e del Santuario della Madonna delle Lacrime a Trevi;

una “Mostra impossibile” digitale nella quale è possibile trovare esposte all’interno della digitalizzazione del palazzo della Corgna, alcuni affreschi del Perugino, realizzati in anni e luoghi diversi, ed inseriti digitalmente da Archimede Arte per consentire una visita unica in un percorso “impossibile nella realtà”. La mostra potrà essere fruita dal proprio PC, tablet, smartphone ed anche in realtà aumentata con il proprio dispositivo.

video-pillole promozionali dedicate agli Attrattori del progetto;

video-pillole con contenuti didattici e divulgativi;

videoclip di una performance musicale con musiche del XVI secolo;

vetrina virtuale per la promozione delle aziende locali dedite all’artigianato, all’accoglienza turistica e alla ristorazione;

sezioni 3D per visualizzare alcune opere riferite al Perugino (come l’urna marmorea del Divin Pittore di Fontignano, l’affresco sul retro della Porziuncola di Assisi);

promozione di itinerari e visite guidate;

indagini scientifiche a carattere diagnostico sull’opera di Perugino a Santa Maria dei Servi a Città della Pieve a del Laboratorio di Diagnostica Beni culturali LabDia di Spoleto.

Altre se ne aggiungeranno, a seconda delle richieste che saranno poi inoltrate dalle varie istituzioni o enti aderenti.