Donne: Emma Bonino, violenza maschi si combatte con cambiamento culturale

“Care ragazze non stiamo mettendo in pericolo le nostre conquiste faticosamente guadagnate negli anni?”. La riflessione è della senatrice Emma Bonino, che in un’intervista a Grazia ha spiegato come l’emergenza rischi di cancellare nel silenzio i diritti acquisiti dalle donne in anni di lotte.

A come combattere per onorare le loro giuste ambizioni, il magazine diretto da Silvia Grilli ha dedicato il numero straordinario #Facciamocisentire e una campagna lanciata sui social per non permettere all’emergenza sanitaria ed economica di cancellare i diritti femminili.

View this post on Instagram

Un nuovo e speciale numero di #Grazia vi aspetta in edicola e su app per onorare i sogni delle donne. L’emergenza sanitaria, la crisi economica e la mancata riapertura delle scuole rischiano di far pagare alle donne il prezzo maggiore cancellando anche i diritti conquistati con fatica. Ma proprio questo periodo può servire a costruire le basi di un’Italia migliore. In questo numero cerchiamo di capire come condividere con gli uomini il lavoro familiare, come creare una scuola più equa senza libri di testo discriminatori che fomentano la disparità di genere e la violenza sulle donne, come far crescere una generazione femminile che pensa al potere come positivo. Approfondiamo queste tematiche con Emma Bonino, Giovanna Botteri, Elena Bonetti, Anna Foglietta, Rose McGowan, Annalena Benini e molti altri affinché l’emergenza non cancelli i nostri diritti. Non continuiamo a chiedere alla donne di rinunciare a una parte di sé. È il momento di combattere per onorare le nostre ambizioni. Ci abbiamo messo secoli per uscire dalle case, non lasciamo di essere ricacciate dentro se non l’abbiamo scelto noi. Promuovi anche tu la campagna #FacciamociSentire postando su Instagram un messaggio per un’Italia più equa che valorizzi il talento e le ambizioni delle donne. NON RINUNCIAMO AI NOSTRI SOGNI. In questa pagina, sotto le icone colorate trovi un emoji: cliccalo, prova il filtro, tieni premuto e diffondi il tuo appello. #facciamocisentire

A post shared by Grazia Italia (@grazia_it) on

L’inchiesta racconta come durante la quarantena in tante abbiano dovuto convivere con compagni aggressivi, pochissime abbiano chiesto aiuto, alcune siano state uccise. Per la senatrice, per evitare tutto questo serve una rivoluzione culturale che veda coinvolti anche i maschi. “Ricordiamoci – sottolinea Emma Bonino – che il femminicidio non è una battaglia che possiamo vincere senza la complicità degli attori protagonisti di questo dramma: gli uomini”.

“Quante volte ci siamo sentiti ripetere lo stesso ritornello, dall’Italia alla Groenlandia: come mai la strage delle donne continua a crescere? – ha spiegato ancora Emma Bonino – La verità è che la violenza maschile, peccato antico e infrangibile, si combatte solo con un cambiamento culturale. Smettiamola di esentare l’uomo da ogni responsabilità“.

Ed ancora “è ora che intellettuali, politici, giornalisti, insomma uomini autorevoli e popolari, parlino chiaro ai loro colleghi di sesso: basta! Il femminicidio è il crimine dei deboli, dei rifiutati, degli irresponsabili. Un vero uomo non uccide”.