Editoria: è uscito “The dark side of Cesare Cremonini”

Se le canzoni sono la colonna sonora della nostra vita, i passi capaci di evocare emozioni, suggestioni, scene di vita vissuta, sono decisamente anche il modo più naturale per provare a decifrare l’esistenza dell’artista, la forma che si fa sostanza“.

Questo il claim di “The Dark Side of Cesare Cremonini” un libro al tempo stesso classico e anomalo.

Classico perché Michele Monina, il biografo delle popstar italiane, nelle pagine che compongono il volume alterna le fasi salienti della vita del cantautore bolognese – oggi uno dei pesi massimi del pop italiano, tra i pochi a potersi permettere un tour negli stadi – a quelle del critico musicale, andando a comporre una sorta di compendio ai lavori discografici del nostro.

Anomalo perché nel tratteggiare vita e opere dell’ex Lùnapop l’autore compone letteralmente un album che proprio dalle hit di Cremonini prende le mosse, come se biografia e poetica diventassero cover da interpretare.

Ventisette capitoli, quindi, per altrettanti snodi della vita e canzoni di un artista di cui poco si è sempre saputo, contraltare della fortunata opera Let Them Talk campione di incassi nel 2020, che ha visto Monina curare le parole scritte direttamente dall’artista bolognese, stavolta presente come suggestiva voce fuoricampo.

Michele Monina come scrittore ha pubblicato oltre ottanta titoli, alcuni dei quali firmati con artisti del calibro di Vasco Rossi, Caparezza e Cesare Cremonini.

Critico musicale attivo sulla carta stampata, sul web e in radio, ha scritto anche per il cinema, il teatro e la televisione. Per Diarkos ha pubblicato “Laura Pasini. Tutta una vita” e “Vasco Rossi. E mi sento bene” (2021).