Ghost compie 30 anni … ma sembra ieri

Era il 13 luglio 1990 quando arrivava al cinema “Ghost – Fantasma” di Jerry Zucker. Un film rimasto nell’immaginario collettivo per il romanticismo, le lacrime … e la mancanza di un lieto fine.

Acclamati interpreti Patrick Swayze e Demi Moore. Lui rinnovò i fasti di “Dirty Dancing”, lei divenne una star. Il film vinse 2 Oscar (per la miglior sceneggiatura originale e la miglior attrice non protagonista, Whoopi Goldberg).

Tra le curiosità, si dice che per il ruolo maschile vennero selezionati vari attori come Kevin Bacon, Alec Baldwin, Nicolas Cage, Kevin Costner, Tom Cruise, Johnny Depp, Harrison Ford, Mel Gibson e Kevin Kline, ma tutti rifiutarono. Pensavano, infatti, che interpretare un fantasma fosse di cattivo gusto. Lo sceneggiatore Bruce Joel Rubin suggerì Patrick Swayze per il ruolo di Sam Wheat, colpito da un’intervista nella quale aveva ammesso di piangere. Benchè il regista Jerry Zucker fosse andato a vedere al cinema “Il duro del Road House”, non era così convinto, ma durante il provino cambiò idea.

Per il ruolo di Molly si era pensato inizialmente a Meg Ryan, ma lei rifiutò. Tra le attrici che fecero un’audizione per la parte ci fu anche una giovanissima Nicole Kidman. Si dice che alla fine Demi Moore fu scelta perché riusciva a piangere spontaneamente da entrambi gli occhi.

Per il ruolo della sensitiva Oda Mae Brown erano state considerate anche Oprah Winfrey e Tina Turner. Fu Patrick Swayze a suggerire Whoopi Goldberg ed insistette così tanto da arrivare a dire che non avrebbe fatto il film senza di lei. Quando vinse l’Oscar, l’attrice ringraziò Swayze, definendolo “un tipo che prende posizione”.

Oh, my love, my darling/I’ve hungered for your touch/A long, lonely time” è uno dei versi clou del brano “Unchained melody” che riecheggia in “Ghost”. E’ stato inciso dai Righteous Brothers nel 1965. Entrata nella Billboard Hot 100 di quell’anno alla posizione numero 5, la canzone è rientrata in classifica 25 anni dopo grazie al film, conquistando il primo posto.

(foto – Tgcom24)